Pubblicità

DOC (147982890914)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 1046 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoLoredana, 23

 

D

 

Il mio problema si è presentato circa tre anni fa durante la preparazione di un esame abbastanza impegnativo all'università.

Non riuscivo a dormire la notte ,la mia mente era invasa di brutti pensieri così sono caduta in depressione. Mi sono recata da uno psichiatra il quale mi ha prescritto l' entact, sembrava ne fossi uscita, infatti riuscii a dare l' esame.

Ma da quel momento nella mia mente era sempre presente il pensiero fisso di impazzire. Ho continuato a studiare ma ed a dare esami ,ma con grande fatica.

Attualmente, sono ancora in cura, dallo psichiatra sembra che la cura funziona e da una psicologa ( faccio terapia cognitivo comportamentale da circa sei mesi) ma nonostante ciò non riesco ad essere più serena come prima.

In modo particolare durante lo studio sottolineo più volte la stessa pagina senza andare avanti come prima. grazie per l' aiuto.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 

Cara Loredana,
A mio avviso, la scelta di affiancare la cura farmacologica prescrittale dallo psichiatra con lo svolgimento di una psicoterapia è senz’altro positiva nella misura in cui è finalizzata ad esplorare le radici del suo attuale stato di disagio e a mobilitare e indirizzare le sue risorse personali verso la risoluzione del problema.

Dai pochi elementi che fornisce le chiedo se oltre allo studio nella sua vita quotidiana riesce a ritagliarsi degli spazi dedicati ad attività extra che potrebbero avere una funzione importante nell’alleviarla dal senso di fatica descritto, veicolando la sua attenzione verso altri stimoli/incentivi.

In modo particolare lo svolgimento di una pratica sportiva o il coltivare un hobby piacevole rappresentano delle modalità con cui ci si può facilmente prendere cura di se stessi orientando nel contempo la propria parte emotiva all’esterno. 

Le chiedo contestualmente se ha avuto modo di confrontarsi con il suo psichiatra circa la possibile presenza di  effetti collaterali della medicina che le è stata prescritta.
Se ritiene utile riscriverci sono a disposizione per ulteriori approfondimenti
Cari saluti
Dott.ssa Arianna Grazzini

 

A cura della Dottoressa Arianna Grazzini

 

Pubblicato in data 09/02/2017

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: disagio, pratiche sportive,

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno stato di tensione e paura per una...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Nausea

E' una sensazione di malessere e fastidio allo stomaco che può precedere il vomito.  Di solito la nausea si presenta nel momento in cui mangiamo qualcos...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

News Letters

0
condivisioni