Pubblicità

Emetofobia (129061)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 445 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Monica 31

Gentilissimo Dottore, quel che vorrei sottoporre alla Sua attenzione è un "problema" che convive con me da moltissimo tempo, non ricordo quando; credo di essere emetofobica. In breve le racconto la mia vita..ho 31 anni, laureata e con un lavoro che mi gratifica molto. Sono sempre stata una bimba in salute, cresciuta in un ambiente famigliare sereno..(a parte una situazione molto difficile con la famiglia di mio zio..non ci parliamo e questo mi rende molto infelice), svolgo una vita sana, ho amici, esco a cena, viaggio in aereo, treno, auto, insomma tutto normale, sono felice della mia vita ma, c'è una macchia indelebile: la paura di vomitare, sono letteralmente terrorizzata al solo pensiero!! Desidero dei figli, ma ho paura, (non voglio però rinunciare a diventare mamma!!) non ricordo come e quando sia iniziata questa fobia, a volte si attutisce, altre volte si accentua, rendendomi ansiosa. Ho letto molto su questa fobia ma non mi basta, ora vorrei chiedere aiuto a Lei. Le sarò grata se vorrà darmi dei consigli, su come ed eventualmente con chi affrontare questo stato di paura e magari sconfiggerla definitivamente. La ringrazio per la Sua attenzione.

Salve Monica. Capico qunto può essere terrorizzante soffrire di una fobia. Quello che le posso dire è che con questi pochi elementi e senza conoscerla mi risulta difficile poterle scrivere qualcosa di specifico. Penso piuttosto che, come in molte fobie, l'oggetto fobico rappresenti la punta di un iceberg. A volte il problema di fondo è legato a problematiche che si avvicinano al tema dell'abbandono o dell'assunzione di responsabilità. Quello che le consiglio è di intraprendere una terepia (dato che da questa problematica si guarisce). Se fossi in lei cercherei un terapeuta che utilizzi elemti comportamentali e psicodinamici. Cordiali Saluti.

(risponde il Dott. Lorenzo Flori)

Pubblicato in data 15/01/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Fobie per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Climaterio

In medicina si intende il periodo che precede e segue la menopausa, nella donna, o il periodo che precede l'andropausa, negli uomini, caratterizzato dalla cessa...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

News Letters

0
condivisioni