Pubblicità

Insonnia e Film Mentali (166392)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 1403 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoFabio 29

 

D

 


Salve mi chiamo Fabio ho 29 anni e ho un'enorme preoccupazione per mia madre di 56 anni che sta soffrendo per un'intossicazione da farmaci...

E' stata portata d'urgenza al Pronto Soccorso di Crotone, le è stata fatta una lavanda gastrica ed è stata ricoverata per 3 giorni nel reparto di medicina dove l'hanno ripulita con flebo... Fatto sta che una volta uscita dall'ospedale, già la prima notte qui a casa ha iniziato non solo a non dormire ma addirittura a vivere delle storie e sta in giro per casa a fare pulizie in alcuni punti dove dice di vedere cose come sporcizia o insetti morti ma non c'è niente e questo durante la notte, praticamente partecipa fisicamente alle allucinazioni che ha non so se mi spiego, le vive... La mattina dopo racconta a tutti noi di aver vissuto delle esperienze tipo uscire, camminare fuori e cose varie con noi protagonisti anche se non ci siamo mossi dal letto... Prima di uscire dall'ospedale le hanno dato una pillola piccola e rosa chiaro e mia madre ha detto di non essersi sentita molto bene quella volta ed è da allora che è così... Ormai sono 3 notti che non dorme ma vive le allucinazioni (non è sonnambulismo perché ricorda tutto ciò che dice e ciò che fa, anzi ne è addirittura convinta)... Non ha intenzione di farsi accompagnare da uno psicologo perché ha paura di dover prendere altri farmaci ed è per questo che chiedo aiuto qui... Sono disperatissimo sono molto legato a mia madre la prego mi dia qualche consiglio... Grazie di cuore in anticipo

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

 

R


Gentile Fabio, i sintomi che descrive sono causa di un disagio profondo, spesso legato ad una percezione della realtà distorta ed alterata. Per comprendere il delirio allucinogeno è necessario analizzare quale condizione o disagio lo scatena, se si tratta di una causa interna (psicosi, disturbi di personalità borderline o bipolare)od esterna (farmaci, sostanze, alcool,malattia degenerativa). Per attuare un adeguato piano di cura è imprescindibile avere una diagnosi precisa che organizzi la direzione della guarigione e questa è fornita da uno psichiatra.
Non Sempre è semplice accompagnare una persona dal dottore, specialmente se questa è prevenuta e non sente il bisogno di farsi aiutare tuttavia potrebbe prendere un primo contatto lei con il dottore, spiegare la situazione ed organizzare un incontro basato sulla conoscenza reciproca dove inizialmente non si dovrà considerare l'ipotesi farmacologica finché non sarà sua mamma a farne richiesta.
Ci tenga aggiornati sull'evolversi della situazione, restiamo a disposizione per aiutarla.

Luisa Bonomi

(a cura della Dottoressa Luisa Bonomi)

Pubblicato in data 23/10/2015

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: allucinazioni preoccupazione madre intossicazione farmaci

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Esibizionismo (1609682059724)

Max, 39 anni     Buonasera, dopo la morte dei miei genitori circa tre anni fa, mi sono chiuso in un mondo immaginario (un lavoro, una casa, la ...

Area Professionale

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

Le parole della Psicologia

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

News Letters

0
condivisioni