Pubblicità

Podofobia (145834)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 632 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lavinia 15

Salve, mi chiamo Lavinia e ho 15 anni. Fin da piccola mi ha sempre dato fastidio guardare i miei piedi e quelli delle altre persone, ma da circa 3 anni sono assolutamente disgustata da qualunque contatto fisico e non riesco ad avvicinarmi più di tanto ad un individuo con i piedi nudi, anche se si tratta di persone con cui sono in intimità. Con i miei piedi non ho nessun problema del genere: non mi piace indossare scarpe aperte e cerco il più possibile di farne a meno, ma riesco a mettermi lo smalto tranquillamente, a toccarli ecc... Se devo incontrare una persona in un contesto in cui non si indossano scarpe, durante l'incontro sono nervosa, rimango concentrata sui piedi, che inoltre influenzano assurdamente l'idea che mi faccio del nuovo conoscente. Mi sono informata e mi è stato detto che si tratta di podofobia, ma nessuno è stato in grado di consigliarmi una soluzione, quinidi mi sono rivolta a voi. Grazie.

 

 Cara Lavinia, una diagnosi del genere viene solitamente restituita attraverso un iter diagnostico che tenga conto di più aspetti della personalità del soggetto. In genere le fobie esprimono una difficoltà dell'Io che utilizza un oggetto o una situazione solo come veicolo attraverso cui esprimere il disagio. Ciò significa che il fobico manifesta i propri disagi "interni" spostandoli su oggetti o situazioni esterne nel tentativo di controllarli attraverso l'evitamento o altri meccanismi. In tal modo si ha la possibilità di "razionalizzare" un disagio che altrimenti rimarrebbe a livello inconscio e che potrebbe poi manifestarsi attraverso altri canali. Solitamente la motivazione ad affrontare e cercare di risolvere un disagio come questo, nasce dalla consapevolezza dell'individuo rispetto all'influenza che lo stesso sintomo ha sulla qualità della propria vita, per cui suppongo che la cosa per te sta diventando insopportabile. Il consiglio quindi è quello di rivolgerti ad uno psicologo al fine di approfondire le dinamiche che si celano dietro questo sintomo. 

(Risponde il Dott. Serafino Parisi)

Pubblicato in data 16/03/2011
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Fobie per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

News Letters

0
condivisioni