Pubblicità

Amore malato (1464549994163)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1508 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoLuisa, 43

 

D

  

 

Sono una moglie e una madre di 43 anni che tradisce la sua famiglia con un ragazzo di 23 anni..collega e amico di famiglia. Per la prima volta in vita mia sono innamorata, ma questa storia mi sta logorando.

Sensi di colpa e lui che nonostante dica di amarmi con scenate di gelosia che hanno del surreale non mi convince. Sono vulnerabile. Mi sento spesso umiliata da lui. Lo amo al punto che vorrei tanto non provare questo. Ho paura di questi miei sentimenti perché mi rendo conto che sono malati. Non li controllo.

Lo vorrei sempre accanto. Lo vorrei più attento a noi. Vorrei essere in grado di lasciarlo e non stare sempre così male per parole non dette o atteggiamenti incomprensibili a me. Come posso fare a controllare la mia mente? Sono sempre stata una persona onesta e razionale.

Ho sempre avuto il comportamento giusto con tutti. Ma non perché imposto, solo perché ho sempre creduto che la correttezza e la sincerità fossero alla base delle relazioni. Oggi invece mento a mio marito.

Trascuro mio figlio. Soffro per un ragazzino. Sono sbagliata. Come fare però a non amare più? Vorrei poterlo non amare. Vorrei poter ritornare a ridere. Con lui piango soltanto.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 

 


Cara Luisa,
Capisco dalle sue parole che sta vivendo un momento di estrema confusione e fragilità. Il senso di colpa che proviamo quando tradiamo qualcuno che amiamo e che sappiamo fidarsi di noi alle volte risulta insopportabile.


Tuttavia le chiedo cosa è successo nella sua vita poco prima che iniziasse a tradire suo marito? Che periodo stava attraverso?  Cosa stava accadendo nel vostro rapporto di coppia? Era soddisfatta della sua famiglia e del suo matrimonio?


Dice che trascura suo figlio?  Ha un bimbo piccolo? Come mai si è lasciata sedurre da una ragazzo, che poco ha da offrire ad una donna adulta, che solitamente cerca una solidità ed una stabilità affettiva che un ragazzo così giovane, difficilmente ha da offrire?


La invito a riflettere su queste domande. Cerchi di capire cosa l'ha spinta ad intraprendere questa strada, poiché è l'unico modo per prendere una decisione ed uscire dai problemi.


Lei cosa vuole?  Restare con sui marito?  Lasciarlo? Vuole una relazione con questo ragazzo? Non è chiaro dalla sua lettera. Dice che con lui piange e che la umilia spesso, che è insicura e molto gelosa.


Senza di lui come stava prima? Come starebbe adesso? Vorrebbe recuperare il rapporto con suo marito ?
La invito comunque a contattare un collega per intraprendere delle sedute di sostegno psicologico che posano aiutarla a superare questa difficile situazione.

Cordialmente

Dr. Alessandra Carini
Psicologo - Psicoterapeuta
E.M.D.R. - Psicologo Forense

 

A cura della Dottoressa Alessandra Carini

 

Pubblicato in data 27/06/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: relazione tradimento senso di colpa matrimonio supporto psicologico vulnerabilità sentimenti malati invito a riflettere

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters

0
condivisioni