Pubblicità

Due nemici sotto lo stesso tetto [1618078137799]

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 105 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

maria, 69 anni

domanda

 

 

Salve !

Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perchè sto scrivendo e chiedendo aiuto a voi.

Mi presento, sono una donna ormai anziana, sposata e con due figli ormai grandi e che vivono altrove. Siamo rimasti io e mio marito, potremmo essere tranquilli invece la nostra relazione fa acqua da tutte le parti.

E' molto complicato spiegare la situazione, anche perche' quando la vivi in prima persona fai molta piu' fatica ad individuare le problematiche reali di questo grande conflitto. Sembra ormai che non ci sia piu' la volonta' di stare insieme e si litiga in continuazione per ogni cosa. Mio figlio maggiore ha cercato di farci parlare, dopo un'accesa discussione tra me e mio marito, ma si è accorto che non siamo in grado di comprenderci, di dialogare, di cercare di capirci, praticamente
attualmente è come se fossimo due "nemici "! Sicuramente il lockdown ha peggiorato la situazione e ormai viviamo quasi da " separati in casa " e questo è davvero brutto. Lui non vuole piu' che io cucini per noi, lui mangia per i fatti suoi, dorme sul divano, parliamo il meno possibile e stop. Premetto che non siamo mai stati una coppia facile, ma abbiamo avuto una vita abbastanza complicata sia per i nostri caratteri che non sono certamente complementari, sia per tradimenti vari , soprattutto da parte sua. Ma non è questo che incide sul rapporto, anche perchè ormai quelle situazioni sono solo un lontano ricordo che non mi toccano piu'. Ho sofferto in passato, ma attualmente è rimasto solo un ricordo lontano. Quello che invece mi fa soffrire è questo rapporto così logorato e direi finito. Separarci alla mia eta' e' davvero problematico, non ho un'indipendenza economica e nemmeno una piccola pensione, (anche se ho sempre lavorato) tutto quello che abbiamo è praticamente la casa dove abitiamo e li' dentro ci sono tutti i sacrifici di una vita. Come posso pensare di andarmene a 70 anni ormai e rifarmi una vita senza nessuna entrata economica? Non so piu' dove sbattere la testa davvero, a volte sono cosi' scoraggiata, ma non riesco piu' nemmeno a piangere per potermi sfogare la rabbia e il malessere che sto vivendo. Se posso aggiungere direi che tutto è precipitato dopo che mio marito è andato in pensione, quindi un paio di anni fa e dopo che ci siamo trasferiti in un'altra città per poter stare piu' vicino a nostro figlio. Se potete darmi un consiglio, so che gli elementi sono pochi, ma in pratica la situazione è questa. Aggiungo anche un'altra cosa, quando mio marito si arrabbia diventa davvero cattivo e molto aggressivo verbalmente. Servirebbe una psicoterapia individuale? Perchè quella di coppia nemmeno a parlarne, a mio marito non interessa nulla, non crede nella psicoterapia e in pratica non gliene importa niente di niente. Quando si litiga mi capita di dire che me ne vado da casa e lui incalza pure di andarmene. I miei figli ora sono davvero stanchi di sentire le mie lamentele e piu' di una volta mi hanno detto di fare qualcosa per cambiare questa situazione altrimenti di lasciarci definitivamente. Se penso di vivere ancora questi ultimi anni in questo modo sto davvero male.

Un saluto ...Maria

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

 

risposta

 

 

Gent.le sig.ra Maria,

ritengo che come coppia siete stati sempre uniti dall'interesse per i figli. Questo è un errore, cambiare adesso in questo aspetto non vi verrà molto facile. Inoltre la sua non indipendenza economica avrà inciso sulla coppia affinché lei stessa come donna non si è sentita realizzata, nemmeno come sposa. Credo che potreste iniziare sia una psicoterapia individuale sia una Psicoterapia di coppia una volta al mese. È necessario che una Psicoterapeuta vi aiuti a osservare le dinamiche che creano tra voi disagi e correggerle affinché possiate ricominciare a vivere serenamente, e magari ricominciare a provare amore l'uno verso l'altro.

Vi auguro di riscoprire il valore del vostro matrimonio non solo nei figli.

Cordiali saluti

Dr.ssa Iolanda Lo Bue

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: post matrimonio le risposte dell' esperto; nemici

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Anoressia Nervosa

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare, caratterizzato da una consistente perdita di peso, disturbi dell'immagine corporea, timore di ingrassare e amenorr...

News Letters

0
condivisioni