Pubblicità

Fallimento mio e del mio matrimonio (1506418376611)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 980 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoarual, 31

 

domanda

 

 

Buongiorno,

ho 31 anni e sono sposata da 10 mesi.

Ho sposato mio marito perchè credevo di aver trovato quello che ho sempre cercato, una persona tranquilla, con un buon lavoro che mi volesse bene.

Le cose in realtà non stanno andando come pensavo.

Mi sento spenta, vuota, senza stimoli. Io e mio marito non facciamo l'amore da mesi.

L'ultima volta per me è stato un incubo, molto doloroso senza nessuna eccitazione da parte mia, solo la voglia che tutto finisse in fretta. Mio marito è sempre stato poco affettuoso in generale e spesso anche da fidanzati ha rifiutato di avere rapporti con me, ma pensavo che nella nostra nuova vita a coppia le cose cambiassero.

Lui non mi cerca mai, a volte un bacino prima di metterci a dormire e nulla di più. Ho perfino pensato che sia gay, sono certa che non ha nessun altra. Ma io così sto male, la comunicazione tra di noi va sempre peggiorando e io non so come sbloccarmi da questa situazione. Sento in cuore mio di non amarlo più, mi sento affranta delusa e fallita!

Mi infastidisce tutto di lui, in casa non fa nulla, non prende mai nessuna iniziativa, dice di non sentirsi a casa sua (abitiamo in un appartamento sopra i miei genitori).

Vorrei che lui se ne andasse di casa o vorrei cacciarlo, ma ho paura di deludere i miei genitori e i miei nonni. Sento di aver bisogno di stare da sola, di riprendermi la mia vita, di ricominciare a sperare di provare qualcosa. Mi sento come se non avessi più un cuore, sono stanca.

Cosa posso fare per muovermi da questa situazione paralizzante?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Cara arual,

le strade che potrebbe percorrere in questo momento sono due: potreste provare ad andare in terapia di coppia per capire che cosa non funziona nel vostro rapporto, oppure, potrebbe rivolgersi da sola ad un esperto con il quale fare un lavoro su di sè per comprendere come mai abbia deciso di sposare quest'uomo che poi, a distanza di soli 10 mesi, sente di non amare più.

Le risposte sul perché le cose non vadano bene sembrerebbe possederle già, il problema sembra più quello di non riuscire a mettere in pratica ciò che vorrebbe in questo momento. Cosa la blocca? Come mai ha così tanta paura di deludere i suoi famigliari?

Un esperto potrebbe aiutarla a rispondere a questa e a molte altre domande così che lei possa capire di che cosa ha veramente bisogno per stare bene.

 

A cura della Dottoressa Eleonora Mercadante

 

Pubblicato in data 03/10/2017

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita matrimonio fallimento

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

News Letters

0
condivisioni