Pubblicità

Mia madre e il mio fidanzato (1567348985209)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 270 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

 

Maria Teresa, 22

domanda

Salve a tutti. Ho una relazione a distanza da 4 anni e con il mio fidanzato non ho mai avuto problemi. Mia madre però non ha mai accettato questa relazione, in quanto contraria alla mia partenza al nord prevista alla fine dei miei studi universitari.

Nei primi anni è stata una situazione insopportabile, fatta di cattiverie dette e non da parte di mia mamma, nei confronti miei, del mio lui e della sua famiglia che ci hanno costretti a vederci il più delle volte di nascosto.

Da un anno a questa parte però la situazione sembra essere più semplice, io sono andata nella sua città a Pasqua e lui quando viene nel mio paesino passa molto tempo con la mia intera famiglia.

I problemi però sembrano essere sempre dietro l’angolo, in quanto mia madre sapendo che sono con il mio ragazzo mi tartassa di telefonate, vuole che torno a casa a orari impensabili, non vuole che io vada da lui e ora che è ripartito sembra molto tranquilla e spensierata.

I problemi passati non fanno altro che farmi stare in ansia qualsiasi cosa io voglia fare, ho paura di agire, sono timorosa perche so di dover litigare per ottenere quel che vorrei.

Come posso comportarmi?


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


risposta

Buongiorno Maria Teresa,

è necessario che tu possa avere un dialogo aperto con tua madre, dove cerchi di spiegarle dell'importanza della tua crescita e del tuo fare esperienze. Una madre deve accettare il tuo diventare donna, è necessario che ti possa comprendere senza influenzarti in nessun modo o invadere la tua affettitviità.

Se dovessi vedere che lei non vuole capire in nessun modo, ti suggerisco di cercare una psicoterapeuta che ti possa sostenere nell'affrontare la tua famiglia attraverso un percorso di Psicoterapia familiare che vi aiuti a vivere il passaggio della tua crescita come non un modo di abbandonare la tua famiglia d'origine, ma come un cercare per seguire le tue aspirazione ed i tuoi desideri.

Sii forte e coraggiosa. Piano piano lei comprenderà. Non abbandonare le tue aspirazioni per il bene della famiglia d'origine, non occorre sacrificarti per l'egoismo e possessività dei genitori.

Cordiali saluti

Pubblicato in data 05/09/2019

A cura della dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita relazioni coppia famiglia fidanzato

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters

0
condivisioni