Pubblicità

problemi di coppia (42443)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 277 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nuvole, 29anni (29.8.2001)

f Ciao ho 29 anni e da 13 sono fidanzata con un ragazzo di 33 anni. Circa 3 anni fa abbiamo cominciato a sistemare un casa per poi sposarci e andarci ad abitare. Da allora sono cominciati vari problemi: lo stress da parte mia per i lavori della casa che sembrava non finissero più e intanto le mie amiche si sposavano e avevano figli mentre io rimanevo perennemente fidanzata, i soldi(soprattutto suoi) che sembravano bastare, invece poi abbiamo dovuto fare dei debiti; insomma arrivati al 2001 abbiamo deciso la data e da allora si è aperto un cratere enorme, io lo sento distante, assente, sono diventata super gelosa di una ragazza che canta nel gruppo musicale in cui lui suona e con la quale si sente tramite e-mail o messaggi telefonici(lui ha sempre avuto più rapporti di amicizia con ragazze piuttosto che con ragazzi ).
Inoltre questo suo hobby(la musica) ci fa litigare ogni volta che io lo vado ad ascoltare, perchè gli rimprovero il fatto che lui in queste serate non mi considera affatto e si dedica completamente alla serata insieme alla band (preciso che non pretendo il 100% della sua attenzione ma il minimo indispensabile come ad es. 10 minuti per chiedermi come va). Lui giustifica il suo comportamento dicendo che è stanco fisicamente e che la ragazza che canta nel suo gruppo è solo un'amica con la quale si trova bene (fa il fornaio e in questo periodo lavora molto siccome ha la sua attività in un luogo di villegiatura).
Voglio precisare che in questo periodo dell'anno abbiamo quasi sempre una crisi di questo tipo a causa del suo lavoro. Voglio anche dire che un po' a causa del suo lavoro (si deve alzare presto e quindi le serate con gli amici in discoteca o altro sono finite o mai cominciate da un pezzo )un po' per il mio carattere introverso ho personalmente poche amicizie e quindi il mio fidanzato è per me amico, amante e il centro di tutto.
Una settimana fa l'ultima litigata in cui io ho detto a chiare lettere che così non potevo andare avanti e che volevo sposare un ragazzo che dimostrasse di amarmi anche dopo 13 anni di fidanzamento (tenendo quindi conto che tante cose dopo qesto tempo uno le da per scontate), quindi avevo deciso di abbandonare tutto (a 15 giorni dal matrimonio)e perchè sentivo che mancava qualcosa.Lui mi ha ribadito che per lui sono la cosa più importante della sua vita e di amarmi, ma purtroppo non me lo dimostra più da tempo( attraverso i comportamenti voglio precisare non dal punto di vista sessuale). La mia domanda è questa: non so se queste mie paure sono dovute alle nozze o se sono arrivata alla fine di un rapporto con alti e bassi ma nonostante tutto bellissimo, io so di amare il mio fidanzato ma non so se questo basta. Vi prego di aiutarmi perchè mi sento veramente confusa e a disagio in un periodo che credevo dovesse essere uno dei momenti più belli di tutta la mia vita.

Cara Nuvole, è evidente che, in questo momento, c'è fra voi una crisi e che sarebbe meglio attendere che si sia risolta per sposarvi. Intanto, credo che sia fondamentale che tu tenti di farti una tua vita, non lasciando lui, ma coltivando tuoi interessi, attività,amicizie. Ti sembrerà duro dopo tredici anni trascorsi diversamente, ma è indispensabile sia per capire di che crisi si tratti sia per dare delle basi sane al vostro futuro matrimonio.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è ident...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

News Letters

0
condivisioni