Pubblicità

Rapporto con mia madre (1535104881951)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 427 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoELEXA, 37

domanda

 

 

Buongiorno, scrivo per parlarvi di un problema che ho "da sempre" con mia madre, premetto che sono una mamma di un bimbo di 6 anni, separata, lavoro tutto il giorno e per raggiungere il posto di lavoro ho 62 km andata e 62 km ritorno.

Il problema è che ho una madre molto invadente, vuole controllarmi e vuole che faccia quello che dice, altrimenti mi fa sentire in colpa... partiamo dall' aspetto fisico, non c'è volta che non mi sento dire, come sei vestita, esci cosi? hai la pancia, le gambe grosse, i capelli crespi ecc ecc. Rientro da lavoro e mi aspetta con il diario di mio figlio in mano, dicendo che ha preso la nota, devi fargli fare questo e quello, gioca un po' con lui! Non lo porti da nessuna parte vai in montagna, sei un egoista!

Mi sposta i soprammobili di casa, perchè secondo il suo parere stanno meglio così e se le rispondo male, la sua frase tipica è: Con tutto quello che faccio per te! Poi passiamo alla parte "finanziaria"... frasi tipo... quanti soldi hai in banca? Ti abbiamo prestato il telepass, spendi tanto per andare a lavoro, poi c'è la benzina! (non mi sono scelta di andare a lavorare così lontano, mi ci hanno mandato).

Non mi sono mai sentita dire un come stai? mi crea solo problemi, solo ansie, ed io sono già una persona molto ansiosa... sto cercando di staccarmi, anche per le piccole cose, non vorrei più dipendere neanche per la gestione di mio figlio, ma purtroppo per una mamma che lavora è difficile. Si chiede aiuto, ma questo non dà il diritto di voler controllare la vita altrui!! Mi sto rifacendo una vita, ho un nuovo compagno, nuovi amici, vorrei solo qualche sorriso in più!

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

risposta

 

 

Cara sig.ra ELEXA,

non sempre si puo' cambiare la famiglia di origine, ma ciò che tu stessa puoi migliorare è il modo con cui ti rapporti, riuscendo a non farti travolgere dalle frasi di tua madre, a non dipendere da lei psicologicamente ed emotivamente.

Prendi la distanza dei suoi giudizi ed impara a conoscere la tua vera persona con i tuoi occhi non i suoi occhi. Ti auguro di poter proseguire il tuo percorso anche richiedendo l'aiuto di uno Psicoterapeuta che ti sostenga nel tuo essere donna, madre e compagna dell'uomo che hai adesso al tuo fianco.

 

Pubblicato il 06/09/2018

 

A cura della Dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita madre famiglia coppia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

Fissazione

Nel linguaggio comune, quando parliamo di fissazioni, ci riferiamo a comportamenti che la persona ha sempre messo in atto, che sono diventati abituali e che la ...

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

News Letters

0
condivisioni