Pubblicità

Si può amare così tanto una persona da sentirsi vuoti senza di essa? (1460325546298)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 7305 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto Lullaby,  22

 

D
 

Perché quando ti lasci con una persona che ti è entrata letteralmente dentro, hai quella sensazione che nonostante tutto, vi ritroverete? Perché non riesci ad accettare che vi siete persi? Come si può amare così tanto una persona da sentirsi stupidamente male?

Come fai, nonostante le circostanze siano evidenti, a sapere dentro di te, che con quella persona non vi perderete mai? Come fai, a credere alle tue sensazioni, quando la realtà è differente? Puoi davvero sentirti così tanto legato ad una persona che sai che in fondo tornerai insieme a quella persona?

Puoi amare così tanto una persona da dimenticarti persino chi è il tuo vero io? Puoi davvero sentirti così male all'idea che quella inutile sensazione, risulti per davvero inutile?

Ma quella sensazione, è falsa speranza, o c'è qualcosa dentro di te che percepisce appunto il fatto che tornerà tutto com'era prima? Come si fa a distinguere tutto questo?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 

 

Cara Lullaby,
È un po' complesso cercare di rispondere alla tua domanda, poiché quasi nulla della tua storia o di quello che hai vissuto o che vivi adesso, viene raccontato.Sembri piena di dubbi, domande infinite che ti attanagliano la mente ed il cuore. Questo è l'unico aspetto che emerge chiaramente dalle tue parole.


"Si può amore troppo?" chiedi, Certo che si! E si può amare in modo non sempre sano.
Quando l'amore diventa dolore, infelicità, disperazione, significa che ci fa male, che ci intossica e ci tiene ancorati ad un passato che per definizione non c'è più, impedendoci di andare avanti.


C'è un libro che potrebbe interessarti ed aiutarti a fare luce su quello che pepvi: "Donne che amano troppo". Possiamo non credere alla realtà perché sarebbe troppo dolorosa da accettare e da rielaborare.

Aggrapparsi al passato però, a speranze basate su sensazioni che ci vengono dal disperato tentativo di allontanare il dolore, a lungo andare ti consumano e posticipano solamente una fase di accettazione della perdita, che comunque dovrà arrivare.


Non puoi mettere la tua vita in pausa, per aspettare il passato. Devi cercare di superare il tuo dolore, per vivere il presente e progettare un nuovo futuro.

Cordialmente

Dr. Alessandra Carini
Psicologo - Psicoterapeuta
E.M.D.R. - Psicologo Forense

 

(A cura della Dottoressa Alessandra Carini)

 

Pubblicato in data 22/04/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: dolore relazione infelicità accettazione malessere lasciarsi false speranze vivere nel passato progettare un nuovo futuro

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Sonnofilia

La sonnofilia, o sindrome della "bella addormentata", è una parafilia caratterizzata dall'eccitazione stimolata attraverso carezze o altri metodi, esclusi strum...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

La Serotonina

La serotonina (5-HT) è una triptamina, neurotrasmettitore monoaminico sintetizzato nei neuroni serotoninergici nel sistema nervoso centrale, nonché nelle cellul...

News Letters

0
condivisioni