Pubblicità

situazione affettiva (42497)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 303 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vera, 24anni, (29.8.2001)

Sono una studentessa universitaria di 24 e ho da sei anni una relazione stabile con un coetaneo.Il problema è che la nostra relazione è minacciata dalla mia gelosia eccessiva.Razionalmente capisco che non ho motivo di dubitare di lui perchè so che mi ama anche se non me lo dice ma lo dimostra con i fatti,ma c'è una parte di me che non riesco a controllare e divento un'altra persona quasi:piango, urlo, lo accuso che io per prima so che non ha fatto, lo aggrediisco fisicamente e verbalmente...tutto questo senza motivo reale, è sufficiente che lui mi parli di una sua amica perchè scatti in me questo comportamento.Quando mi passa provo una grande vergogna per il mio comportamento e sto male perchè so che questo minaccia la mia relazione.Come posso fare per riuscire mantenere il controllo e a non farmi prendere dall'istinto?

Gentile Vera, abbiamo letto la sua lettera, parla di una gelosia eccessiva che sfocia, si potrebbe dire, in un comportamento patologico. Non ci dice come è vissuta dal suo partner questa sirtuazione, io non credo sia legata solo a motivi che lei definisce legati all'istinto. La gelosia nelle "dosi" da lei descritte rimanda ad un senso di sfiducia e di insicurezza verso sè stessa.
E' come se lei non si sentisse all'altezza della situazione, per cui ogni cosa è vissuta come una minaccia. Potrebbe consultare un consultorio, e magari effettuare un ciclo di colloqui per sondare più da vicino le sue difficoltà. A noi mancano notizie circa la sua famiglia, il suo contesto. Le relazioni con i pari. Sono notizie che possono in qualche modo aiutare a costruire ventualmente la storia del suo sintomo.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

News Letters

0
condivisioni