Pubblicità

Sorella cattiva (1525386993641)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1024 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoMary, 36

domanda

 

 

Chiedo un consiglio, come affrontare una situazione che mia sorella, anni 30, ha creato.

Premetto che con lei non è mai stato semplice avere un rapporto sereno, lei crea sempre conflitti in famiglia anche adesso che e' sposata.

Mi accusa di averla sempre trattata male e offesa, e che non intende avere più alcun rapporto con me e mia madre. Con molta sincerita' credo di non aver mai parlato male di lei con nessuno, tante scelte e problemi da lei creati, non li ho condivisi in passato, ma non ho mai fatto nulla di più che esprimerglielo.

Io temo che lei abbia seri problemi mentali, ma non sappiamo come affrontarla, non risponde al cellulare né ci apre la porta, ci tratta come se davvero le avessimo fatto chissà cosa... Ma poi all'improvviso! Non so spiegarmi il suo atteggiamento. Cosa posso fare?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

risposta

 

 

Gent. le sig.ra Mary,

ho letto bene ciò che lei ha scritto in merito alla situazione con sua sorella. Intanto comprendo la sua difficoltà di capire l’atteggiamento del suo familiare sia nei suoi confronti sia nei confronti di sua madre. Costruire delle relazioni all’interno del proprio sistema familiare non è sempre facile. Vi sono delle dinamiche che lei stessa non può comprendere poiché è troppo coinvolta.

Ma comunque è chiaro che anche se sua sorella stesse vivendo un momento di grosse difficoltà, dentro il suo vissuto esperenziale in qualcosa non “si è sentita amata abbastanza o accettata”. Ciò che le suggerisco vivamente è di attendere un po’ prima di provare a comunicare con sua sorella e poi quando la rivedrà cerchi di non caricarla di problemi rispetto al suo modo di comportarsi e di sentirla rassicurata ed amata sia da parte sua che di sua madre.

Tutti i figli necessitano attenzioni e cure da parte dei genitori. Come psicoterapeuta le suggerisco di cercare di evitare parole o atteggiamenti di giudizio nei suoi confronti, ma esclusivamente di accoglienza. Le relazioni si costruiscono da entrambe le parti e quando vi è un problema, vi saranno degli atteggiamenti reciprocamente che si possono davvero migliorare, sia a livello comunicativo (contenuto: ciò che si dice; processo: in che modo si dice) che affettivo.

Cordiali saluti

 

Pubblicato il 17/05/2018

 

A cura della Dottoressa Iolanda Lo Bue

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita famiglia sorella

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

Il Narcisismo materno

Secondo la recente letteratura il narcisismo materno presenterebbe sei facce diverse che possono essere indentificate nell’estroversione eccessiva, orientamento alla realizzazione, componenti...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni