Pubblicità

1219 - Eiaculazione precoce

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 218 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberto, 46 anni (15.2.2000)

Sono anni che soffro di eiaculazione precoce.
Non credo di evere una patologia funzionale, perche' in precedenza non ho mai avuto problemi.
Tutto è iniziato con una improvvisa impotenza, trasformata poi in difficoltà di mantenere l'erezione. Terminato questo problema, è subentrata l'e. precoce.
Resto in attesa di un Vs consiglio e cordialmente saluto. Nel suo caso sarebbe necessario andare da un capace sessuologo. In alternativa cercherò di trasmetterle on line una tecnica che si è dimostrata molto efficace con gli eiaculatori precoci. Si chiama stop-start, ma ovviamente non sostituisce la presenza del professionista sessuologo comportamentale o psicoterapeuta. Il problema dell'eiaculatore precoce è quello di non avere consapevolezza pre-eiaculatoria pertanto le consiglio di allenarsi ad esercitare il controllo eiaciulatorio. Inizi a masturbarsi lentamente da solo chiuda gli occhi e si concentri sulle sensazioni che prova, quando sente di essere prossimo all'orgasmo si fermi e quando l'urgenza eiaculatoria cala riprenda a masturbarsi e cosi avanti poer 4 volte e alla quarta eiacula. Poi una volta raggiunto il controllo da solo si masturbi in presenza della partner e sempre si fermi quando sente di essere prossimo all'orgasmo, poi riprende per 4 volte come sopra. Infine si sdrai sulla schiena e ad occhi chiusi si faccia masturbare dalla partner con lo stesso procedimento e dopo due prove con buon esito ripeta con la partner la procedura usando vasellina come lubrificante. L'importante in tutta la procedura è di prestare la massima arttttenzione alle senzsazioni per imparare a riconoiscere i segni dell'orgasmo imminente.
Ciò per iniziare, il prosieguo richiede preferibilmente la presenza di un terapeuta
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

News Letters

0
condivisioni