Pubblicità

Abusi in famiglia (101214)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 30 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Angela 16

Ho una famiglia che mia ama, parenti che mi amano ed uno in particolare che mi ama veramente.. mio nonno (beh almeno lui così dice). Da quando avevo 7 anni non fa altro che rendermi la vita un incubo.. ha sempre abusato di me e a pensare queste cose mi fa molto male anche se non mi ha mai violentata ci sono cose che faceva che mi hanno fatto davero stare male prima ed allora..sono 2 anni che non mi tocca più con un dito e non ho più tanti contatti con lui perchè mia cugina di 10 hanni un bel giorno disse tutto..mi chiedete come faceva a saperlo?? Beh facile..lo faceva anche a lei anche se molto di meno e io l'ho scoperto chiedendoglielo e lei mi raccontò tutto ed infatti la convinsi a dire tutto hai suoi genitori e un bel giorno lo fece.. cmq il problema è che non riesco più a vivere bene perchè anche se nn ho più contatti con lui sto male per tutto e quando lo vedo mi fa troppa rabbia e dire che però il nostro rapporto nonostante tutto è sempre stato stupendo mi ha sempre dato tutto ma purtroppo per colpa sua non lo è più stato. Il fatto che mi fa più male è che ha toccato mia cugina piccola quando poi mi ha sempre giurato che non la aveva mai toccatta. Il fatto più brutto è che dopo che i miei genitori vennero a sapere di ciò si scoprì che lo faceva anche con la figlia quando era piccola che aveva la mia età.. e quella figlia per colpa sua quando morì la mamma cadde in depressione e voleva uccidersi e sempre quella figlia dopo dieci anni (quindi poco tempo fa) è ricduta in depressione e a casa mia abbiamo passato l'inferno perchè non non ci fece stare un minuto tranquilli perchè a parte per le stronzate che diceva.. vedeva Gesù.. la doveva venire a prendere..., la notte non ci faceva darmire perchè si doveva buttare giù perchè Gesù la doveva portare via e e sposarsela..e sempre quella figlia dopo passato quell'inferno lì, 4 o 5 mesi fa si è sposata e aspetta un bebè e sempre quella figlia da pochi giorni è ricaduta in depressione ma il fatto bello è che si è scoperto che questa depressione è una schizofreniaa...uffa io non ce la faccio più a sorreggere questa faccenda, mi sento in colpa per tutto, non cè la faccio a non pensare a cosa mi faceva fino a due anni fa.. io ho paura di fare la stessa fine di mia zia.. come posso fare.. ho paura! Voglio morireeee!!! Non sapete quanto io desideri morire a volte.. cmq, dato che mi sento in colpa mi viene voglia di farmi del male per farmela pagare e a volte lo faccio.. cmq alla fine la mia domanda è.. come posso dimenticarmi di tutto in modo che io stia bene non pensando più  nulla?? E' possibile??

Cara Angela, la tua testimonianza è molto toccante. Penso che hai dovuto subire, tuo malgrado, diversi traumi e tali traumi non sono mai stati elaborati completamente... Chiedi come puoi fare a dimenticare tutto... purtroppo non si può cancellare nessun ricordo ma quello che si può fare è elaborarlo in modo che non abbia più lo stesso impatto emotivo su di noi. Elaborare significa proprio creare un distacco emotivo in modo che il ricordo non ci condizioni più. Il mio consiglio è quello di rivolgerti al più presto da uno psicologo che faccia psicoterapia breve ed in particolare che faccia E.M.D.R. (Rielaborazione e desensibilizzazione attraverso i movimenti oculari) oppure che faccia Ipnosi Ericksoniana. Hai già sofferto abbastanza, ora è arrivato il momento di voltare pagina..."Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non c'era più nessuno", W. Goethe.

(risponde il dott. Fabio Gherardelli)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

News Letters

0
condivisioni