Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Abusi infantili (164547)

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Martina, 27

Gentile dottore,
vi scrivo tentando un primo approccio con un esperto in materia. Mi chiamo Martina, ho 28 anni e sono felicemente sposata, attualmente conduco una vita serena e priva di conflitti. Sono mamma di una bambina di 2 anni e in dolce attesa della seconda. Nel mio passato ho vissuto però una vita caotica segnata da un'infanzia traumatica ( padre tossicodipendente, divorzio dei genitori, violenza domestica etc,,.) ma, grazie ad una buona terapia in etá adolescenziale sono riuscita a rielaborare il tutto. Il problema attuale é questo. Durante la prima gravidanza ho cominciato ad avere incubi ricorrenti in cui assistevo a scene di carattere pedopornografico, gli incubi si protraggono tutt'oggi e mi lasciano fortemente sconvolta. All'inizio sognavo di entrare casualmente in una stanza e vedere un adulto obbligare un bambino a cose come sesso orale o sodomia ( i soggetti mi erano sconosciuti ) poi con il passare del tempo ho cominciato a " personalizzare" questi soggetti fino a diventarne io stessa l'adulta "carnefice" del mio sogno. Ieri notte ad esempio ho sognato di fare sesso con un bambino (sconosciuto) mentre stanotte ( ancora più sconvolgente) nel sogno scoprivo che mio marito si masturbava davanti a mia figlia. Spero capisca la mia apprensione, ho paura che tutto ciò nasconda un abuso subito e poi rimosso e mi chiedo se la rimozione totale sia possibile. Voglio dire, da piccola ho subito numerosi traumi che però ricordo benissimo, è possibile che io abbia davvero subito o assistito ad un abuso nell'infanzia per poi rimuoverlo totalmente? E se sì, è davvero necessario e possibile far riemergere certi ricordi in un periodo per me così delicato e felice come questa gravidanza? Cosa mi consiglia di fare? La ringrazio per la sua attenzione. Martina


Cara Martina,
dal racconto si evince una vita esistenziale abbastanza disturbata fin dalla tenera età. I sogni e le perplessità descritte secondo il mio parere fanno parte di un vissuto problematico dove l'abuso era di normale attuazione,leggo che hai fatto una terapia in età adolescenziale ma sei sicura che sia bastata? Ho la sensazione che qualcosa ancora da rimuovere esista e per questo ti consiglio uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a trovare quell'equilibrio e serenità che vai cercando. Ti auguro un buon proseguimento ddella gravidanza e i sogni possono apparire poiché attualmente sei più debole, ma tutto rientra nella natura. Auguri

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 30/05/2014

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione, paura (151…

klava, 20     Salve, mi chiamo Claudia, sono una studentessa universitaria. Ultimamente sto rivivendo un circolo vizioso dato (credo) dall'ansia ...

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un d...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters