Pubblicità

Abusi sessuali (100227)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 59 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Stella 25

Sono stata oggetto di abusi sessuali nella mia prima infanzia. Sono figlia di genitori separati da quando io ero piccola. Sono già in analisi e solo recentemente ho ricordato questi eventi. Premetto che non sono mai riuscita ad avere un rapporto e che, come ho letto nelle altre mail che sono state inviate, non sono padrona ne dei miei stati d'animo che variano dall'odio alla rabbia all'amarezza, ne del mio corpo in quanto soffro di disturbi all'apparato digerente, nausee, mal di testa e difficoltà di sonno.

Alterno troppi sbalzi d'umore e questo mi crea grandi difficoltà con gli altri e con me stessa e molte indecisioni e paure. Il mio problema è che non riesco ad accettare questa non-vita che mi condiziona e di regalare altro tempo al mio trauma (il che mi crea ansia) e di privarmi di ciò che vorrei provare e che credo sia giusto: i sentimenti e le emozioni. Non ho fiducia negli uomini e mi sento sola, credo di non riuscire a vedere qualcosa di bello in un rapporto.

Quello che vorrei sapere è cosa posso fare per guarire e cominciare a vivere una vita normale? Ironia della sorte lavoro come modella quindi c'è un duplice conflitto col mio corpo e mai positivo, senza contare l'attenzione di cui sono oggetto da parte maschile adulta che mi crea ulteriore frustrazione, e la voglia di avere un coetaneo al mio fianco ma che trovo sia molto in soggezione con me, e io con lui. Secondo lei, è bene ritornare a cercare storie passate sempre andate male ma che rappresentano l'unica sicurezza che ho?

Grazie per l'attenzione e spero in una risposta.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Cara Stella questi dubbi sarebbe bene dissiparli nel setting terapeutico. Il fatto di aver cercato un altro interlocutore mi fa ipotizzare che il rapporto che si è istaurato tra lei e il suo analista non è quello auspicabile per la riuscita di una psicoterapia. Mi permetto di soffermarmi sul termine analisi, molto spesso questo termine dai non addetti ai lavori è usato a sproposito e può generare confusione. Questo metodo si avvale dell'interpretazione dei sogni e delle libere associazioni con lo scopo di rimuovere il rimosso. Un'analisi prevede tempi molto lunghi, ci sono analisi che durano più di dieci anni.

Questa precisazione mi è sembrata doverosa per farle capire che le sue esigenze poco si addicono a questo metodo. Il suggerimento è quello di farsi seguire da uno psicoterapeuta cognitivista che sia anche sessuologo, il vantaggio principale di questo tipo di psicoterapia è che fin dai primi mesi si possono sentire i benefici del lavoro che si sta facendo, un altro aspetto importante è la partecipazione attiva della persona al proprio cambiamento.

Mai tornare sulle storie passate, ma cercare dentro di se modalità che consentano il verificarsi di nuove situazioni utilizzando competenze più efficaci per poterle gestire. Auguri

(risponde la dott.ssa Assunta Consalvi)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

Tags: abusi sessuali

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è impiegato correntemente nella...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni