Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Abuso sessuale (150095)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 34 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anna, 20

Salve, vi scrivo perché ho bisogno di elaborare il mio passato ma da sola non ci riesco, e non so come fare. Mi scuso per la probabile confusione.
Quando avevo 3 anni ho subito abusi sessuali da mia sorella maggiore (10 anni in più) per un paio di anni. La sua situazione non mi è molto chiara, credo abbia dei problemi psichiatrici ma i miei genitori non mi hanno mai voluto spiegare. Soffre di obesità e da 6 mesi si è trasferita via da casa nostra.
Gli abusi sono terminati quando confidai alla mia nonna materna il "gioco" che facevo con mia sorella, subito portarono me da uno psicologo (che disse che non avrei ricordato nulla) e mia sorella da uno psichiatra; queste cose me le ha confidate mia mamma due anni fa quando finalmente ho avuto il coraggio di parlarle.
Mio babbo minimizza il tutto (quando discutiamo) e dice che le devo volere bene perchè è mia sorella, ma non mi sono mai sentita legata a lei. A volte mi dicono che sono come lei (se lascio cose in giro per casa per esempio) e la cosa mi fa andare in bestia.
Sono cresciuta senza sapere che i miei genitori erano a conoscenza di tutto, sentendomi in un certo senso sola.
Siccome sono molto fortunata quando avevo 14 anni andavo al mare con un gruppo di bambini provenienti da Chernobyl e dalle famiglie che li accoglievano (noi accoglievamo l'accompagnatrice dei bambini). Un amico di famiglia mi tratteneva sempre di più in acqua, dopo che gli altri uscivano, e mi toccava ovunque per provare piacere. Da allora ogni volta che un uomo si avvicinava a me o era gentile con me (preti compresi) avevo una fifa nera, pensavo che l'unica cosa che volessero fosse quella.
Terribile è stato quando feci lo stage scolastico (3° superiore) in una azienda che riparava computer a domicilio, ogni volta che con il tutor andavo in macchina verso uno dei clienti avevo una gran paura.
Nell'ultimo anno sono uscita con un ragazzo (va beh poi ci siamo appena lasciati), ma non è questo il problema, lui ogni tanto provava a toccarmi ma io mi irrigidivo sempre (lui è sempre stato molto carino e non ha mai insistito); la mia paura è che potrò rimandare fino al matrimonio ma poi? Una volta sposata se comunque non riuscirò neppure a farmi toccare?
L'altro problema è che mi sono iscritta alla facoltà di scienze politiche, per diventare assistente sociale (nei miei ragionamenti mi sono iscritta a questo corso per aiutare i bambini che hanno bisogno perchè non si sentano abbandonati come me), ma le lezioni sono per me molto pesanti a livello emotivo, ho paura che non riuscirò affatto a fare bene il mio lavoro anzi ho paura di fare del male ad altri bambini.
Una cosa che mi spaventa tantissimo tra le cose che ho appreso a lezione è che se un abusato non elabora il suo passato da adulto abuserà di qualcun'altro.
Mio babbo ha perso il lavoro da pochi mesi e la mamma è una infermiera, non ho il coraggio di chiedere loro soldi per pagare uno psicologo.
Non so veramente cosa fare, desidero davvero staccarmi dal mio passato.

Cara Anna,
il tuo problema richiede molta attenzione poichè dal racconto emergono tute le conseguenze psicologiche che un abusato si porta dentro e spesso, come la letteratura spiega, l'abusato può divenire abusatore.
Nel tuo caso ti consiglio di rivolgerti alla ASL della tua città presso il reparto di psicologia, che con un piccolo contributo puoi essere seguita da uno psicologo.
Credo che il lavoro psicoterapeutico che farai sia l'unica strada da percorrerere per dare una maggior trasparenza ai tuoi pensieri e tornare a vivere con serenità la tua vita.
Non temere di affrontare i bambini che dovrai seguire, forse proprio per la tua esperienza puoi capire e aiutare i piccolo che mostrano delle difficoltà.
Auguri.


(Risponde ill Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 22/02/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni