Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Abuso sessuale (150095)

on . Postato in Sessualità | Letto 4 volte


Anna, 20

Salve, vi scrivo perché ho bisogno di elaborare il mio passato ma da sola non ci riesco, e non so come fare. Mi scuso per la probabile confusione.
Quando avevo 3 anni ho subito abusi sessuali da mia sorella maggiore (10 anni in più) per un paio di anni. La sua situazione non mi è molto chiara, credo abbia dei problemi psichiatrici ma i miei genitori non mi hanno mai voluto spiegare. Soffre di obesità e da 6 mesi si è trasferita via da casa nostra.
Gli abusi sono terminati quando confidai alla mia nonna materna il "gioco" che facevo con mia sorella, subito portarono me da uno psicologo (che disse che non avrei ricordato nulla) e mia sorella da uno psichiatra; queste cose me le ha confidate mia mamma due anni fa quando finalmente ho avuto il coraggio di parlarle.
Mio babbo minimizza il tutto (quando discutiamo) e dice che le devo volere bene perchè è mia sorella, ma non mi sono mai sentita legata a lei. A volte mi dicono che sono come lei (se lascio cose in giro per casa per esempio) e la cosa mi fa andare in bestia.
Sono cresciuta senza sapere che i miei genitori erano a conoscenza di tutto, sentendomi in un certo senso sola.
Siccome sono molto fortunata quando avevo 14 anni andavo al mare con un gruppo di bambini provenienti da Chernobyl e dalle famiglie che li accoglievano (noi accoglievamo l'accompagnatrice dei bambini). Un amico di famiglia mi tratteneva sempre di più in acqua, dopo che gli altri uscivano, e mi toccava ovunque per provare piacere. Da allora ogni volta che un uomo si avvicinava a me o era gentile con me (preti compresi) avevo una fifa nera, pensavo che l'unica cosa che volessero fosse quella.
Terribile è stato quando feci lo stage scolastico (3° superiore) in una azienda che riparava computer a domicilio, ogni volta che con il tutor andavo in macchina verso uno dei clienti avevo una gran paura.
Nell'ultimo anno sono uscita con un ragazzo (va beh poi ci siamo appena lasciati), ma non è questo il problema, lui ogni tanto provava a toccarmi ma io mi irrigidivo sempre (lui è sempre stato molto carino e non ha mai insistito); la mia paura è che potrò rimandare fino al matrimonio ma poi? Una volta sposata se comunque non riuscirò neppure a farmi toccare?
L'altro problema è che mi sono iscritta alla facoltà di scienze politiche, per diventare assistente sociale (nei miei ragionamenti mi sono iscritta a questo corso per aiutare i bambini che hanno bisogno perchè non si sentano abbandonati come me), ma le lezioni sono per me molto pesanti a livello emotivo, ho paura che non riuscirò affatto a fare bene il mio lavoro anzi ho paura di fare del male ad altri bambini.
Una cosa che mi spaventa tantissimo tra le cose che ho appreso a lezione è che se un abusato non elabora il suo passato da adulto abuserà di qualcun'altro.
Mio babbo ha perso il lavoro da pochi mesi e la mamma è una infermiera, non ho il coraggio di chiedere loro soldi per pagare uno psicologo.
Non so veramente cosa fare, desidero davvero staccarmi dal mio passato.

Cara Anna,
il tuo problema richiede molta attenzione poichè dal racconto emergono tute le conseguenze psicologiche che un abusato si porta dentro e spesso, come la letteratura spiega, l'abusato può divenire abusatore.
Nel tuo caso ti consiglio di rivolgerti alla ASL della tua città presso il reparto di psicologia, che con un piccolo contributo puoi essere seguita da uno psicologo.
Credo che il lavoro psicoterapeutico che farai sia l'unica strada da percorrerere per dare una maggior trasparenza ai tuoi pensieri e tornare a vivere con serenità la tua vita.
Non temere di affrontare i bambini che dovrai seguire, forse proprio per la tua esperienza puoi capire e aiutare i piccolo che mostrano delle difficoltà.
Auguri.


(Risponde ill Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 22/02/2012

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

News Letters