Pubblicità

Affettività (04752)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Luca, 20 anni

Salve. Vorrei chiedere un parere rispetto a una mia perplessità. Il fatto è che mi sento attratto verso i componenti del mio sesso, sebbene non provi per loro alcun desiderio sessuale. E' un'attrazione preclusa alla sola bellezza esterna. Inoltre, per me è molto importante istaurare amicizie, soprattutto maschili, per questo, non sono mai riuscito a vedere la donna completamente come oggetto sessuale.Voglio dire che non mi sento molto attratto dall'universo femminile, non mi interessa molto instaurare un rapporto d'amore, sebbene a volte sia attratto anche sessualmente.
Tuttavia, non riesco a vedere nell'amore qualcosa che possa durare a lungo, forse perché troppo contaminato dal sesso e dai risvolti fisici. Forse, il fatto che le mie amicizie maschili siano diminuite molto dopo i 13 anni ha influito su questa situazione. Grazie della disponibilità.

Caro Luca lasciare il gruppo omologo dei pari per entrare in gruppo eterologo è un passaggio naturale ed avviene proprio nella fascia d'età che hai menzionato. Andando allo specifico della tue perplessità queste molto probabilmente sono dovute al mancato raggiungimento di un equilibrio interiore che ti permetta di accettarti sia fisicamente sia spiritualmente determinando in te una fragilità che ti porta a desiderare di identificarti in soggetti che reputi fisicamente e forse anche spiritualmente più amabili di te.
Per quanto riguarda l'ncontro con l'altro sesso è soltanto una questione di tempi per ora, molto probabilmente, le tue priorità sono altre. Auguri.

( risponde la dott.ssa Maria Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni