Pubblicità

Affettività (124576)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 63 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 16

Sono un ragazzo omosessuale, sono cresciuto in una situazione familiare stabile, i miei genitori mi hanno educato discretamente e hanno sempre svolto il loro ruolo. Da quando ho scoperto la mia omosessualità, ho convissuto male con essa fino ai 15 anni (8 anni dopo essermene accorto). Da qualche tempo frequento chat per incontri di sesso occasionale, ho fatto sesso la mia prima e seconda volta rispettivamente con 2 ragazzi diversi conosciuti in chat; dopo la prima volta mi sono sentito vuoto, e non capivo perche l'avessi fatto. Mi sono promesso che nn lo avrei rifatto ma è successo di nuovo, il primo è stato piu freddo perche voleva solo del sesso, il secondo è stato dolce e romantico mi ha trattato benissimo ed era contrario all'idea che io volessi fare sesso occasionale con lui. Tornato a casa dopo la seconda esperienza mi sentii poco bene, emotivamente, provavo rimorso ed ero confusissimo. Ogni tanto mi passa ancora per la mente l'idea di continuare a fare sesso, è diventato come un modo per conoscermi, per gestire qualcosa, non so il perche di questa deviazione verso il sesso occasionale, vorrei capirmi, essere capito e aiutato. Considero la mia, una richiesta molto urgente, aspetto con ansia la vostra risposta. Grazie.

Caro Andrea la tua omosessualità, come hai descritto è accettata sia da te che dai tuoi cari, è chiaro che se continui a chattare incontrerai sempre persone che con ambiguità desiderano conoscerti. Io consiglio di consultare uno psicoterapeuta per avere un rafforzativo nell'autostima e nella chiarezza dell'omosessualità per incontrare persone non in chat, ma frontalmente frequentando anche locali dove di soliti si può incontrare chi condivide l'esperienza espressa non per puro sesso, ma per affetto. Voglio ricordarti, che nella mia esperienza professionale, coppie stabili nell'omosessualità maschile non ne esistono molte, durano un lasso di tempo più o meno lungo, ma non durature, quindi rifletti su ciò che desideri fare e affrontare come coppia. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 12/09/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

News Letters

0
condivisioni