Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Affettività (124576)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 16

Sono un ragazzo omosessuale, sono cresciuto in una situazione familiare stabile, i miei genitori mi hanno educato discretamente e hanno sempre svolto il loro ruolo. Da quando ho scoperto la mia omosessualità, ho convissuto male con essa fino ai 15 anni (8 anni dopo essermene accorto). Da qualche tempo frequento chat per incontri di sesso occasionale, ho fatto sesso la mia prima e seconda volta rispettivamente con 2 ragazzi diversi conosciuti in chat; dopo la prima volta mi sono sentito vuoto, e non capivo perche l'avessi fatto. Mi sono promesso che nn lo avrei rifatto ma è successo di nuovo, il primo è stato piu freddo perche voleva solo del sesso, il secondo è stato dolce e romantico mi ha trattato benissimo ed era contrario all'idea che io volessi fare sesso occasionale con lui. Tornato a casa dopo la seconda esperienza mi sentii poco bene, emotivamente, provavo rimorso ed ero confusissimo. Ogni tanto mi passa ancora per la mente l'idea di continuare a fare sesso, è diventato come un modo per conoscermi, per gestire qualcosa, non so il perche di questa deviazione verso il sesso occasionale, vorrei capirmi, essere capito e aiutato. Considero la mia, una richiesta molto urgente, aspetto con ansia la vostra risposta. Grazie.

Caro Andrea la tua omosessualità, come hai descritto è accettata sia da te che dai tuoi cari, è chiaro che se continui a chattare incontrerai sempre persone che con ambiguità desiderano conoscerti. Io consiglio di consultare uno psicoterapeuta per avere un rafforzativo nell'autostima e nella chiarezza dell'omosessualità per incontrare persone non in chat, ma frontalmente frequentando anche locali dove di soliti si può incontrare chi condivide l'esperienza espressa non per puro sesso, ma per affetto. Voglio ricordarti, che nella mia esperienza professionale, coppie stabili nell'omosessualità maschile non ne esistono molte, durano un lasso di tempo più o meno lungo, ma non durature, quindi rifletti su ciò che desideri fare e affrontare come coppia. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 12/09/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni