Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Affettività (50615)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 21 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Costanza, 22 anni, 09.06.2002

Da bambina ho subito molestie da parte di due cugini: la prima volta è accaduto quando andavo alle elementari e non ero consapevole di ciò che accadeva. Alle medie ho "subito" molestie da parte di un altro cugino ma questa volta subivo quasi volontariamente perchè provavo piacere anch'io. Si è concluso tutto con un gran senso di colpevolezza e vergogna. Ora sto con un ragazzo ma non sono molto serena perchè ho paura di essere giudicata male per la mia eccessiva passionalità. La cosa che mi turba è che ho cominciato a notare molte somiglianze nel modo di fare tra questo mio ragazzo e il cugino "delle medie" e il senso di vergogna ritorna a farsi sentire. Mi sento come una prostituta. Il tutto è aggravato dal fatto che siamo entrambi cattolici praticanti e la voglia di conoscerci anche fisicamente è accompagnata dalla paura di non "spingersi troppo in là". Vorrei capire se è possibile cancellare questo senso di vergogna senza lasciare questo ragazzo che trovo splendido.

Cara Costanza, molto importante è conoscere l'età dei tuoi cugini. Se fossero stati tuoi coetanei, le esperienze di esplorazione corporea farebbero parte della normale evoluzione. Qualora, invece, i tuoi cugini fossero stati più grandi di te, hanno approfittato della tua ingenuità. Ricorda che nell'ambito degli abusi c'è un unico 'colpevole': l'abusante, quindi tu sei stata vittima ed per questo che non devi sentirti in colpa. Inoltre, provare sensazioni di piacevolezza, legate alla sessualità, è normale. La sessualità è piacevolezza, ma ricorda che in ogni caso hanno approfittato di te, quindi, perchè sentirsi in colpa per qualcosa di cui non si è responsabili? I sentimenti di colpa provengono dalla rigidità della nostra morale cattolica, che ha, da sempre, considerato la sessualità come qualcosa di 'peccaminoso e sporco'. Questa visione della sessualità è restrittiva, anche perchè la sessualità ha svariate sfaccettature: è ludica, relazionale e può essere anche procreativa. Desiderare e provare piacere in ambito sessuale è molto bello. L'amore, poi, non è ne' prostituzione ne' vergogna e se tu questo ragazzo lo ami, liberati da tutti questi sciocchi preconcetti, altrimenti non vivrai mai serenamente il rapporto di coppia.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Elaborazione del lutto (152630…

paola, 50     Buongiorno, scrivo per ricevere un buon consiglio riguardo una situazione delicata. Il fidanzato di mia figlia frequenta l'universi...

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni