Pubblicità

Affettività omosessuale (119122)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 30 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Schamsa 21

Salve prof., avrei bisogno di un consiglio. Sono un ragazza 21enne lesbica che vive a Dublino con mia sorella, mio amikco e la mia migliore amica lesbica. Io e la mia amica siamo andate spesso e volentieri a letto parecchie volte, ma diciamo che non capivamo se eravamo una coppia o meno, io sono piu' maschile invece lei e' piu' femminile. Entrambe ci piacciamo, ma non va caratterialmente tra di noi. Mi ha sempre detto: "mi piace venire a letto con te ma non mi innamorerò mai perchè c'è qualcosa che non va. Adesso sta conoscendo una ragazza molto più maschile di me che le fa ricordare il suo primo ragazzo di cui si era innamorata. Mi ha detto di rimanere amiche, perchè è meglio l'amicizia tra noi, talmente che è contenta non mangia neanche più. Io invece continuando a vivere a casa con lei, sto sempre piu' male perchè mi attrae ancora e quando va a dormire fuori da lei, io comincio a pensare durante la notte, non dormendo, immagino cosa possono fare. Mi fa male pensare che sia con lei, perchè  io sono andata a letto con lei, un qualcosa vicino che mi fa riemergere tutto. Voglio cercare da una parte di essere amica, ma dall'altra di essere l'unica. Fa così male che sta con un'altra mentre io sono a casa sola. Sono triste perche' mi manca un qualcosa che prima mi copriva , il fatto di stare insieme, vedere i film.. Adesso invece sta diventando più difficile. Cosa devo fare? A volte non dormo del tutto e sto solo male pensando che lei e' spogliata davanti a l'altra ragazza. Per me Raffaella e' tutto ,come se dipendessse da me. Cosa devo fare? Aiutoooo.

Cara Schamsa, che devi fare? Innanzitutto devi essere sincera con te stessa e capire se puoi condividere o meno questa amicizia. A volte quando le storie finiscono (anche se abbiamo deciso che non erano storie) c'è bosogno di dare un taglio netto e certo vederla tutti i giorni non è una buona soluzione, soprattutto perchè ora sta con un'altra. Stai male perchè la rivuoi o forse non vuoi che stia con un'altra prima che anche tu abbia trovato qualcuno con cui stare, ma la soluzione è semplice: devi fare una scelta. Puoi accontentare la sua richiesta di restare amiche e trovare un modo per fartela passare, dichiararti e vedere se torna da te, o chiederle un allontanamento anche solo momentaneo. Scegli con cautela, perchè anche se si può tornare spesso sui propri passi, a volte le cose dette rimangono a lungo! Auguri! 

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 31/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters

0
condivisioni