Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Amore (000)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 29 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandra, 20 anni

Salve, mi chiamo Alessandra. Premetto che non ho mai scritto una lettera del genere...Il mio problema è l'amore. Ho una vita felice se non fosse per questo grande problema, sarebbe spensierata. Sono stata fidanzata per tre anni ed è finita con un tradimento da parte del partner...Successivamente conobbi un amico della comitiva e dopo un anno ci siamo frequentati per tre mesi ma poi lui dice che ha paura di legarsi e che vuole vivere la sua vita...Ho paura che son io la persona sbasgliata per tutti (vi ho raccontato quelli piu recenti perche ce ne sono stati altri ancora) non so quale sia il problema ma credo che sia appunto io la persona sbagliata e che ha problemi, non gli altri. Mi lego subito alle persone ma non so come fare a legare dall'altra parte le persone a me.

Cara Alessandra, definirti come persona sbagliata non è il modo migliore per far funzionare i tuoi rapporti affettivi, in questo modo rischi di avere un pregiudizio che ti condiziona e ti impedisce di essere te stessa. E' giusto però che tu ti domandi se c'è qualcosa nel tuo atteggiamento che possa spaventare un ragazzo e impedirgli di lasciarsi andare. Non è possibile fare un'analisi approfondita in questa sede e con le poche informazioni che mi fornisci, ma una cosa sento di dirtela perchè mi è saltata all'occhio. Tu usi il verbo "legare" e affermi che tu ti "leghi" subito ma non sei capace di "legare" gli altri. Il problema potrebbe essere qui, nessuno infatti ama sentirsi "legato", perchè non c'è libertà, e quando una persona non ha libertà vuole scappare; una relazione affettiva è una scelta in cui ognuno dei due partners dovrebbe sentire il desiderio di stare con l'altro in libertà, ossia senza ricatti affettivi, senza il peso della responsabilità di far sentire l'altro costantemente rassicurato. Il consiglio che sento di darti, quindi, è di osservare te stessa e vedere se per caso tu sovraccarichi i tuoi partner di un peso eccessivo e ti aspetti che loro siano la soluzione ad un tuo eventuale vuoto affettivo senza prendere in considerazione le loro esigenze e la loro modalità di vivere un rapporto sentimentale. Questo non vuol dire essere sbagliata ma solo avere l'opportunità di conoscere meglio te stessa e migliorare la tua vita. Ciao.

 

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni