Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Amore Gay (162550)

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte


Franceso, 29

 

Gentile Dottore,
mi chiamo Francesco e ho 29 anni. Nella mia vita ho avuto parecchie delusioni da persone che credevo mi volessero davvero bene invece hanno dimostrato il contrario.
Rimasto solo, con un lavoro che non mi piace (nonostante nella mia vita abbia fatto un sacco di sacrifici per lo studio, per il lavoro, per la famiglia e per gli amici) sono caduto in uno stato di depressione, volevo solo morire. Poi si avvicina un ragazzo di dieci anni più giovane di me con tanta voglia di vivere. Inizialmente lo consideravo come un amico, poi il fratello che non ho mai avuto al quale poter insegnare qulcosa per sentirmi utile (sono figlio unico), e poi mi sono innamorato alla follia e tutt'ora stiamo insieme. Di questa storia non sa niente nessuno. Lui dice di essere innamorato di me ma purtroppo non gli basto, scrive parecchi messaggi a ragazze, si diverte su facebbok a commentare i loro link e lo vedo spesso interessato a guardare video porno. Io lo capisco è l'età, lui è normale io no.
Piuttosto che perderlo gli ho spiegato più volte che se vuole uscire con le ragazze anche se la cosa mi fa soffrire lo deve fare. Tra di noi cambierà solo la parte fisica del rapporto (se va con una non riuscirei più a stare con lui) per il resto cercheremo di comportarci come fratelli seppur non potrò negare almeno a me stesso i sentimenti che provo per lui.
Da allora non guardo più le ragazze e non mi interssano, i ragazzi non mi sono mai interessati come tutt'ora e vivo nel terrore di perderlo. Lui mi dice trovati una ragazza, fatti una famiglia, il nostro amore non è possibile in questo mondo... io gli dò ragione ma torno a casa e mi metto nel letto a piangere come un bambino perchè lo amo troppo. Non riesco a fare a meno di lui. Amo tutto di lui, ma amo soprattutto la sua anima.
Penso che nella mia vita non riuscirò a provare più niente di simile e paragonabile a quello che sento adesso. Sento che più si va avanti più la fine si avvicina. So bene la realtà ma non riesco a non amarlo. Per lui ho fatto di tutto per vederlo felice e forse lui ha paura di ferirmi perchè sa quanto sono fragile. Mi dispiace tanto per lui e non so come comportarmi. Quando mi dice che mi ama la mia vita cambia e anche se piove per me c'è il sole ma basta lo squillo di un messaggio a riportarmi nella realtà.
Non so proprio cosa fare anche se sono pochi mesi vorrei vivere questo amore.


Caro Francesco,
dal racconto si evince che più di una spiegazione sull'amore omosessuale necessiti di una autoanalisi per trovare quella serenità che manca.
Il ragazzo che hai incontrato probabilmente è eterosessuale con punte di bisessualismo, ma senz'altro opterà con il tempo per l'eterosessualità e quindi penso che rimanere amici o fratelli sia la cosa più equa da fare.
Per combattere la depressione relazionale ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti nel trovare il tuo vero orientamento sessuale e difenderlo poiché anche l'omosessualità è parte integrante della natura umana.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 22/07/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

News Letters