Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Amore gay per cugino (147721)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Mattia 21

 

Salve,
la mia situazione è questa: sono stato al mare in Molise dai miei parenti e ho avuto modo di conoscere uno dei miei 60 cugini  di secondo grado (lui ha 28 anni) che prima non conoscevo se non di vista. E' gay...io non so cosa sono, forse bisessuale.
Lui è in una relazione, ma ho prestato attenzione a dei momenti in cui notavo degli sguardi particolari, dei sorrisi che non so se attribuire alla sua natura dolcissima o a qualcosa di più. Io non so cosa provo esattamente: so che mi manca moltissimo, che gli voglio bene.
Arriviamo al punto: quando ci siamo salutati ci siamo dati il classico bacio sulla guancia stringendo la mano, ma finito ciò, ho notato che mentre mi staccavo le nostre mani sono rimaste attaccate per poco..qualche istante..reciprocamente. Ora il fatto è che lui è preso dalla sua relazione (che forse finirà però perchè lui si trasferisce lontano) e ne soffre e tutto...ma ho pensato: non è che razionalmente non lo sa, ma nel suo Inconscio prova qualcosa per me? A volte diciamo o facciamo cose senza sapere il perchè e la psicologia ci dice che  l'Inconsio....non è forse per questo che le nostre mani sono rimaste unite? A me non era mai successo questo quando salutavo un parente o un amico. Ma secondo te è immorale tutto questo? A me non sembra, tra l'altro il mio è un sentimento piuttosto platonico..desidero abbracciarlo, forse qualche bacio ma non altro. Ditemi voi..sono in un dilemma e ho bisogno di capire se lui potrebbe provare qualcosa per me.
Vi ringrazio.

 

 

/>Caro Mattia,
dal racconto si evince un incontro innocente fra parenti che all'interno di questo gruppo c'è un cugino gay che ha una relazione. Spesso le relazioni fra gay non sono stabili, ma ciò non significa che la lontananza possa interrompere questa relazione.
Fra voi c'è stato uno scambio di affetti e intuizioni che non significano l'essere omosessuale, poichè la gentilezza spesse volte viene fraintesa.
Credo che sia più importante per te riuscire a capire il tuo orientamento sessuale prima di darti una definizione e per questo ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che riuscirà a far emergere le tue emozioni e desiseri, poi puoi definire il tuo orientamento sessuale avendo con chiarezza la tua scelta.
Auguri


(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 20/10/2011
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

News Letters