Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Amore & Sesso (135605)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 24 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Enry 23

Salve, vorrei esporre un mio problema in modo da avere dei chiarimenti se possibile. Sono un ragazzo gay di 23 anni. Sono stato innamorato solo una volta di un ragazzo, ma dopo questa storia durata 3 anni, ne sono passati altrettanti ed io non provo più nulla per nessuno. Il problema è che i ragazzi che mi piacciono sono tutti come lui, completamente maschili come gli etero per intenderci, il problema è che quasi tutti i ragazzi con questo requisito cercano solamente sesso e per carità mi piace ma vorrei per una volta dopo tanto tempo essere visto come una persona, essere corteggiato etc, come fanno i ragazzi etero con le ragazze in pratica. Con questo aggiungo che non mi sento assolutamente donna ma mi piacciono i ragazzi così e non riesco a farmi piacere i ragazzi effemminati, magari arrivo a provare tanto affetto ma niente di più purtroppo, neanche attrazione sessuale. C'è qualche modo per cambiare in questo senso? O sono destinato a rimanere solo e sfigato a vita? Grazie per l'attenzione e perdonate lo sfogo!

Caro Enry, capisco che abbia voglia di amare ed essere amato, ma da come parla sembra che abbia ormai oltre 60 anni e abbia superato chissà quante esperienze! In realtà ha soli 23 anni e ha già avuto una relazione durata 3 anni! Sicuramente alla sua età, più che mai si ha bisogno di conferme e di esperienze che creino sicurezza e stabilità, quel senso di certezza circa la propria amabilità. Deve anche tener presente però, che alla sua età è facile che si desiderino esperienze veloci, magari esclusivamente di sesso, un po’ per sperimentarsi senza legarsi fino in fondo. Legarsi in una relazione stabile fornisce pienezza ma fa anche paura, per cui è frequente che le persone, soprattutto se giovani, non creino l’opportunità per fermarsi con l’altro, rischiando di innamorarsi. Questo non vuol dire che se lei cerca qualcos’altro, debba accontentarsi, assolutamente no. Non si deve fermare finchè non ha trovato quello che vuole. Non si deve né scoraggiare, né fermare. Deve tener presente che non è lei che rifiutano, non è sfigato affatto! Ma ciò che desidera non è un fenomeno che si trova ad ogni angolo, ma è una perla preziosa che richiede il giusto incastro ed il giusto tempo. Per comprendere meglio però, può chiedersi come mai è così importante questo bisogno di essere corteggiato, che ha un sapore di urgenza, quasi di impellenza. Cosa ha bisogno che le diano gli altri? Cosa vuole che le confermino? E ancora, può chiedersi cosa fa lei per incastrarsi con ragazzi che vogliono da lei solo sesso. Cosa si aspetta dagli uomini completamente maschili? Come vive e come vede invece quelli effemminati? Forse la ricerca dell’altro con certe caratteristiche, ha a che fare con il modello ideale di sé, con ciò che vorrebbe essere. In questo senso, ciò che si chiede all’altro è molto, più di quanto ci sembri, è un ruolo pesante da portare avanti. Si chiede all’altro di funzionare come uno specchio che rimandi un’immagine per noi desiderabil, che cancella quella reale, che a noi non piace. Considerando ciò, mi chiedo ancora come viva sé, il proprio aspetto, la propria mascolinità, la propria effeminatezza, l’altro sesso e le persone in genere. Chiarirsi queste domande, la aiuterà a far luce sulle dinamiche reali fra lei e gli altri, le dinamiche con sé stesso, l’immagine che ha di sé, le motivazioni inconsce, sottostanti le motivazioni più chiare e ovvie, ecc. Nello stesso tempo, potrebbe rendere più palese ciò che succede fra l’insorgere di un desiderio e l’approccio nel concreto, volto a realizzarlo. Lei fa veramente quanto necessario per ottenere ciò che vuole o si sabota in uno di questi passaggi? Credo che sia importante accompagnare sé stesso, in questa strada di comprensione e amore, che darà sicuramente i suoi frutti.

(Risponde la Dott.ssa Sabrina Costantini)

Pubblicato in data 30/07/08
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

Confabulazioni

La confabulazione è un sintomo frequente in alcune malattie psichiatriche, dovuto alla falsificazione dei ricordi. Questa sintomatologia clinica è mostrata da ...

News Letters

0
condivisioni