Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Amore/fidanzata/dubbi sessuali (154144 )

on . Postato in Sessualità | Letto 14 volte


Giuseppe, 20

 

Salve,
è da mesi che ormai ci penso. Ho una ragazza bella e buona che ammetto di aver scelto per ripiego dopo un rifiuto di un'altra, ma quello che razionalmente penso è che poco importa visto che ha tutte le qualità che occorrono per starci bene: è carina, buona, pulita dentro e anche innamorata.
Sono giunto alla conclusione di volerla lasciare, conclusione quasi certa, altre volte mi sono fidanzato ma dopo un pò di euforia iniziale mi sono sempre annoiato preferendo tornare a stare solo.
Beh, con questa anche ma non me l'aspettavo!
Prima quasi desideravo che mi tradisse, poi ho pensato di tradirla io e ad un certo punto vedendo che in realtà tutto andava così bene mi sono chiesto: forse il problema è tuo, magari sei gay e non te ne rendi conto, per due mesi ho vagliato anche questa possibilità in maniera anche un pò ossessiva, ora l'idea di essere omosessuale l'accetterei anche, credo, ma fondamentalmente con un uomo non saprei che farci una volta apprezzata la sua bellezza.
Voglio essere completamente sincero, ammetto anche che l'idea di un uomo che bacia un altro uomo nel profondo mi affascina, ma non sessualmente diciamo che fa parte del mio immaginario creatosi tramite letture e televisione, e miti e falsi miti, e c'ho anche provato ma poi pensandoci un pò mi sono ritirato, perchè non mi andava proprio, sarà paura, buon senso chi lo sa.
Credo di aver avuto anche quella che nel vostro campo si chiama Doc omosex, dalla quale ne sto uscendo (altro credo).
Beh il mio problema è sapere da voi qual'è il mio vero problema e come risolverlo (magari!!), visto che sono stanco di fare innamorare ragazze di me e poi strapparle il cuore lasciandole quando sono stufo, vi prego aiutatemi.
Ps.ho la sensazione di sentirmi un dannato, vorrei tornare a sentirmi una persona normale come le altre

Caro Giuseppe,
dal momento in cui hai il coreggio di esporti e scrivere le tue difficolta relazionali e sessuali sei più che normale.
Il punto da chiarire è un altro e cioè quale è l'atteggiamento verso il mondo femminile, l'omosessualità è latente in tutti noi quindi non da considerare, ma piuttosto domandarsi cosa provo "Io" sentimentalmente.
Per mettere ordine nella tua psiche, poichè non si può azzardare una diagnosi con solo due righe, ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a prendere coscenza del tuo inconscio e della tua sessualità. Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 09/07/2012

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

News Letters