Pubblicità

Angoscia (104469)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 27 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carla 30

Salve, il mio problema è questo. Premetto che non ho mai avuto rapporti sessuali. Ho avuto sempre un rapporto conflittuale con mio padre, adesso sto per trasferirmi in un'altra città dove inizierò un lavoro che mi piace e sono felice di diventare indipendente. Ma c'è qualcosa che mi turba e che non mi fa stare tranquilla. Ogni tanto leggo racconti sull'incesto tra padre e figlia e li trovo eccitanti. Solo che una parte di me rifiuta questa cosa e mi domando se non ho una perversione. Preciso che le mie fantasie non hanno come oggetto legami incestuosi, ma sono attratta da questi racconti. Devo anche dire che quando ero piccola (verso gli 11-12 anni) mi ricordo di una volta che io e mio fratello (coetaneo) ci siamo toccati intimamente. Può questo essere all'origine del mio disturbo? Sono in analisi da 2 anni ed ho solo sfiorato l'argomento con il mio analista perchè mi vergogno molto di questa cosa. La mia paura è di non essere normale. Grazie per il vostro aiuto.

Gentile Carla, la parola "normale" è spesso una gabbia nella quale ci si rinchiude, facendosi spesso del male. Molte persone hanno fantasie sessuali delle quali si vergognano, e per questo motivo sentono di essere anormali, ma le fantasie, di per sé, non possono fare male, possono anzi dare importanti indicazioni sui desideri, sui bisogni di una persona. Nel suo caso, è possibile che quello che è avvenuto con suo fratello, in un periodo molto delicato della sua vita quale è la preadolescenza, sia all'origine delle fantasie che ha attualmente, così come è possibile che anche il rapporto conflittuale con suo padre abbia un ruolo in tutto ciò. Ma, dato che lei sta già affrontando un percorso di psicoterapia, l'unica cosa che posso consigliarle è di avere fiducia nel suo terapeuta e di parlarne con lui. Posso comprendere bene la vergogna che prova all'idea di parlarne, ma il suo terapeuta non è lì a giudicarla; se è un bravo terapeuta sarà pronto ad accogliere quello che lei dirà, a rispettare i suoi tempi, a lavorare su queste cose nel modo migliore per lei. Auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 07/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Cyberbullismo

Il termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, c...

News Letters

0
condivisioni