Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Angoscia (104469)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 17 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carla 30

Salve, il mio problema è questo. Premetto che non ho mai avuto rapporti sessuali. Ho avuto sempre un rapporto conflittuale con mio padre, adesso sto per trasferirmi in un'altra città dove inizierò un lavoro che mi piace e sono felice di diventare indipendente. Ma c'è qualcosa che mi turba e che non mi fa stare tranquilla. Ogni tanto leggo racconti sull'incesto tra padre e figlia e li trovo eccitanti. Solo che una parte di me rifiuta questa cosa e mi domando se non ho una perversione. Preciso che le mie fantasie non hanno come oggetto legami incestuosi, ma sono attratta da questi racconti. Devo anche dire che quando ero piccola (verso gli 11-12 anni) mi ricordo di una volta che io e mio fratello (coetaneo) ci siamo toccati intimamente. Può questo essere all'origine del mio disturbo? Sono in analisi da 2 anni ed ho solo sfiorato l'argomento con il mio analista perchè mi vergogno molto di questa cosa. La mia paura è di non essere normale. Grazie per il vostro aiuto.

Gentile Carla, la parola "normale" è spesso una gabbia nella quale ci si rinchiude, facendosi spesso del male. Molte persone hanno fantasie sessuali delle quali si vergognano, e per questo motivo sentono di essere anormali, ma le fantasie, di per sé, non possono fare male, possono anzi dare importanti indicazioni sui desideri, sui bisogni di una persona. Nel suo caso, è possibile che quello che è avvenuto con suo fratello, in un periodo molto delicato della sua vita quale è la preadolescenza, sia all'origine delle fantasie che ha attualmente, così come è possibile che anche il rapporto conflittuale con suo padre abbia un ruolo in tutto ciò. Ma, dato che lei sta già affrontando un percorso di psicoterapia, l'unica cosa che posso consigliarle è di avere fiducia nel suo terapeuta e di parlarne con lui. Posso comprendere bene la vergogna che prova all'idea di parlarne, ma il suo terapeuta non è lì a giudicarla; se è un bravo terapeuta sarà pronto ad accogliere quello che lei dirà, a rispettare i suoi tempi, a lavorare su queste cose nel modo migliore per lei. Auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 07/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

News Letters

0
condivisioni