Pubblicità

Anorgasmia (121133)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 39 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elis 24

L'argomento in realtà mi sembrra banale e fin troppo discusso. Insomma, durante un rapporto sessuale, nonostante percepisca inizialmente una anche forte eccitazione, non ho mai raggiunto l'orgasmo. Ho spesso preferito non badarci, per non dover mettere in discussione me, per non caricare di un peso i miei partner. Con la mastubazione "ottengo" un orgasmo clitorideo, ma raramente mi stimolo "da sola", da quando ero piccola sono solita usare un getto d'acqua. Negli ultimi mesi ho un ragazzo fisso e il problema, affrontato col dialogo tra di noi e anche con un suo impegno nel cercare pratiche che mi soddisfacessero, non è stato superato, anzi, lo sto sentendo sempre più forte. Ho difficoltà a parlarne, e anche a chiedere di essere stimolata in un certo modo, spesso la mia unica reazione è il pianto. Inizialmente credevo che tutte le donne avessero questo problema, che molto fosse dovuto ai miei ex, che per inesperienza o leggerezza assecondavano la mia volontà di fare tutto per loro, ma ora mi sento anormale, sento di subire un'ingiustizia, qualcosa che non mi sono meritata. So che dovrei affrontare un percorso di psicoterapia e vorrei avere indicazioni circa a chi rivolgermi. Vorrei avere rassicurazioni sulla possibile soluzione di questo problema.

Cara Elis, il problema esposto richiede un ulteriore approfondimento, poichè dalla descrizione dove si denuncia difficoltà nel raggiungere l'orgasmo sono assenti molti elementi per fare una diagnosi più attinenrte al caso. La cosa giusta da fare è affrontare un percorso psicoterapeutico con un sessuologo perchè oltre a capire le problematiche inconsce, aiuta a realizzare, con tecniche appropriate, il desiderio espresso: arrivare all'orgasmo con il proprio partner. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 07/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

News Letters

0
condivisioni