Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

anorgasmia (45929)

on . Postato in Sessualità | Letto 201 volte

Raffa, 29anni (29.11.2001)

Soffro di difficoltà a raggiungere l'orgasmo,sono stata anni fa da un sessuologo che mi ha diagnosticato una difficoltà a lasciarmi andare causata da un concetto del sesso come una cosa sporca,inculcatomi da un'educazione rigida e da un enorme imbarazzo da parte dimio padre per tutto ciò che era legato al sesso,inoltre mi disse che avevo..CERVELLO VIGILE,che subentrava per non lasciarmi andare.non avendoprogressi rinunciai e da allora fingo di essere noemale,ma il desiderio è scarso e l'orgasmo è solo clitorideo se io sono sopra il patner..ma non è un orgasmo vero e proprio nel senso che è controllato..una sensazione che cresce cresce e penso adesso esploderà in un piacere forte e invece finisce improvvisamente.e le mie sensazioni sono sempre così anche quando vengo stimolata diventa sempre piu fortema non esplodemai tanto che a volt devo fare smettere il patner perchè mi da fastidio...sono sempre stata imbarazzata dal sesso non l'ho mai vissuta in modo normale,ho sempre represso eventuali sensazioni perchè mi creava vergogna,dapiccola giocavo con delle amiche e a volte dicevano di fingere di essere marito e moglie e mi toccavano..io non capivo perchè facevano così,ma non sentivo piacere o almeno credo,solo vergogna se trovavo le mutandine umide..sono molto triste vorrei essere una donna sessualmente normale che sa come comportarsi a letto,che vive bene il sesso ma non è cosi,vorrei essere un'ottima amante..ma se non riesco a provare niente!!!!

Cara Raffa il primo compito del sessuologo è quello di fare una esatta diagnosi della psicopatologia sessuologica del paziente e da questa elaborare un piano di lavoro il cui obiettivo minimo è quello di garantire al soggetto una vita sessuale discreta.
Attualmente per questo tipo di psicopatologie l'approccio cognitivista è quello che garantisce il maggiore numero di successi. Nel caso specifico mi riferisco alla T.M.I. (Terapia Mansionale Integrata) che si avvale del colloquio clinico e delle mansioni. Quest'ultime sono compiti da svolgere a casa che il terapeuta prescrive durante gli incontri settimanali.Se, come penso, il percorso da te seguito non è stato di questo tipo ti consiglio, prima di arrenderti definitivamente, di rivolgerti ad un sessuologo che utilizza questo metodo.
Auguri.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Ecofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di rimanere da soli nella propria casa Una paura comune a molti che spesso si associa ad altre...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters