Pubblicità

anorgasmia maschile (48861)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 175 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberta, 38anni (22.2.2002)

Ho conosciuto un uomo e me ne sono innamorata.Quando è arrivato il momento di avere rapporti sessuali, mi sono resa conto che la penetrazione non gli interessa.....se non quella anale. In un primo tempo credevo fosse solo una questione di preferenze, ma mi sono resa presto conto che evita sistematicamente il coito, preferendogli sistematicamente il sesso orale o anale.Inoltre molto spesso non giunge all'orgasmo, o quantomento non vi è fuoriuscita di sperma.Ha 40 anni, è un professionista colto e brillante, inoltre ha avuto figli da un suo precedente matrimonio per cui mi chiedo il perchè del suo comportamento con me. Non riesco a parlargliene, ma la cosa comincia a pesarmi..ho pensato persino ad una latente omosessualità (dimostra una certa attrazione verso i transessuali..). Di che cosa può trattarsi??

Fare diagnosi in queste condizioni lo trovo eticamente scorretto, nella prassi lavorativa questo generalmente si fa dopo due o tre incontri cioè quando si è riusciti a fare un'anamnesi approfondita della persona con cui stiamo interagendo.Da quanto riferisci si coglie un attegiamento sintomatico e questo mi porta a suggerirti di affrontare l'argomento con lui senza indugiare oltre.Un approccio al problema aperto e deciso credo che non debba essere evitato pena la rottura del vostro legame o la tua sofferenza per un rapporto che diventerà sempre più penoso. La cosa importante è convincere il tuo compagno a parlare con qualcuno che lo può aiutare a risolvere le problematiche sessuali da te evidenziate e anche a capire, nell'eventualità che il sospetto di omosessualità latente abbia ragione di esistere, qual'è l'oggetto sessuale da lui preferito.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione?[ 1596294882797 ]

Nick, 21 anni In pratica soffro da 1 anno di solitudine però sono riuscito sempre a reprimerela e con essa reprimo anche le mie emozioni, però adesso con i...

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni