Pubblicità

Ansia da prestazione (141673)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 69 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco 35

Salve, vorrei avere un parere riguardo la mia situazione psicologica. Non riesco a capire perchè, successivamente alla masturbazione, perdo di lucidità e calo in una grande depressione. Inoltre ho sempre avuto problemi di erezione all'inizio di un rapporto e successivamente dopo vari rapporti non andati bene mi passa e vado alla grande. Questa mancata erezione mi è sempre successa, fin dalla prima volta in età adolescenziale. Questo pensiero mi ha sempre bloccato in occasioni di nuove avventure, perchè torna in me il pensiero della mancata erezione. Questa ansia mi sta bloccando e non riesco ad avere una sana vita sessuale. Ringrazio in attea di riscontro, Marco.

Caro marco, si tratta di ansia da prestazione che si presenta ogni qual volta devi iniziare un rapporto. E' chiaro che in te ci sono dei problemi nevrotici riguardanti la sessualità e la differenziazione fra femminilità e mascolinità, poichè forse ti mancano i fondamentali, per affrontare una sessualità serena. Ti consglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che può aiutarti nel tuo apprendimento sessuale. E' altrettanto chiaro, che se hai una relazione stabile, il problema lo dovete affrontare in coppia. Si può affrontare anche singolarmente, ma come potrai capire la terapia è più lunga e la percentuale di riuscita diminuisce proprio perchè viene a mancare l'elemento femminile, per cui "soffri" la presenza. Auguri

(Risponde il Dott. Pugelli Sergio)

Pubblicato in data 19/01/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

News Letters

0
condivisioni