Pubblicità

Ansia da prestazione? ( 1473844107253)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 968 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoMatteo, 20

 

D

 

 

Buongiorno,

vivo da anni con grande disagio la mia sessualità e corporeità a tal punto da essermi progressivamente isolato socialmente di recente. Sono nato con un testicolo solo e da qui ho sempre cercato di mettere in risalto a me stesso e assicurarmi della normalità di altre parti del mio corpo uscendone sempre insoddisfatto.

In famiglia sono il secondo di 4 figli. Ho avuto sempre difficoltà a stringere amicizie sane in quanto molti dei miei amici si sono rivelati maniaci del sesso o persone che non facevano altro che deridere i miei difetti fisici o caratteriali.

Al momento sono solo e triste e senza progetti per il mio futuro, passo la giornata a pensare, cercare e desiderare di confrontarmi con altri uomini perciò cerco di vedere altri peni per capire se il mio fa davvero schifo.

Mi chiedo

1) perchè ho sempre trovato amici che mi deridessero o maniaci?

2) perchè non ho mai provato attrazione fisica/eccitazione per donne reali? ( la causa di ciò può essere la mia dipendenza dalla pornografia etero?) perchè mi spaventa il contatto con una donna a tal punto da non provare niente se non ansia?

3) perchè sono sempre stato timido fin da piccolo e legato alla sottana di mia madre e perchè a 8 anni ho preso mio fratello di 6 anni e in segreto per un anno intero lo spogliavo, lo palpavo e lo baciavo? questa esperienza ora suscita in me disgusto e senso di colpa e non so se sia in qualche modo legata alla mia sessualità.

Io mi sento etero anche se mi spaventa non riuscire ad eccitarmi con donne vere ma solo con fantasie e pornografia. Le mie compagne delle scuole superiori dicevano che ero gay e mia madre teme lo stesso.

A me l'idea di farlo con un uomo mi disgusta ma se un uomo mi tocca i genitali, il mio pene a volte tende all'erezione spontaneamente. Nelle mie fantasie stanno solo donne e per di più donne della mia famiglia (il che pure mi spaventa).

Non so che significato dare a quello che vivo e al mio rapporto con le donne che puntualmente evito fisicamente forse perchè ho paura di esserne rifiutato e di non esserne all'altezza come invece vedo sono altri uomini, così passo la giornata a compararmi ad altri fuori dalla famiglia (purtroppo compararmi con i miei fratelli non mi è bastato).

Ormai penso che passerò la vita da solo perchè è anni che vivo così e ora anche gli studi universitari li ho rovinati. Non so neppure a chi potrei rivolgermi se uno psicoterapeuta psicoanalitico, psicodinamico o cognitivo-comportamentale? purtroppo i soldi scarseggiano. Vi ringrazio e spero in un vostro consiglio.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 

 

Caro Matteo

Ho letto attentamente la tua domanda che apre vari scenari di vita esistenziale, corporea e sessuale.

Uomini che hanno un testicolo solo ne esistono tanti, per di più molti con i due sono sterili quindi difficilmente possono emettere spermatozoi per una possibile gravidanza.

I tuoi pensieri sono un po’ confusi e passano dall’etero sessualità a omosessualità il che considerando che le due cose sono latenti al nostro orientamento sessuale, non deve creare preoccupazioni.

Confrontarsi, dialogare e perché no avere attrazioni per la figura femminile non è da evitare ma essere il più naturale possibile anche con la timidezza.

Essendo giovane ti consiglio quanto prima di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che con un percorso psicoterapeutico ti aiuta a risolvere i problemi, i disturbi citati vedrai che troverai il tuo orientamento sessuale e ricorda l’affetto, l’amore non si misura con i testicoli, ma con la spiritualità interiore.

Auguri

 

A cura del Dottore Sergio Puggelli

 

Pubblicato in data 22/09/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: sessualità isolamento sociale psicoterapia psicodinamica amicizie sbagliate, dipendenza pornografia etero, tendenze omosessuali,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters

0
condivisioni