Pubblicità

Ansia da prestazione (18330)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 28 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Michele, 29 anni

Salve da circa dieci anni ho un rapporto stabile con la mia attuale compagna. Da sempre l'argomento sesso non è mai stato molto felice tra me e lei. Da ragazzo ho sofferto di una piccola disfunzione che mi condizionava nel raggiungere correttamente l'erezione. Nonostante questo piccolo problema di tipo fisiologico sia stato risolto con un intervento perfettamente riuscito. I miei problemi non si sono risolti. Su consiglio del medico ho anche provato ad utilizzare uno dei tanti farmaci (Viagra ecc.) devo dire che mi è sembrato di rinascere, almeno per un pò. Poi anche con l'uso della pillolina magica ho cominciato ad avere problemi, a volte mi basta un attimo di tensione e l'erezione svanisce, se per caso la mia ragazza vuole fare qualcosa di "diverso" io mi intesisco e tutto va a farsi benedire. Che dire la questione sarebbe molto più lunga da raccontare. Diciamo che mi accontenterei più che di una soluzione di massima. Grazie anticipatamente, vi prego di rispondermi non so più dove sbattere la testa.

Caro Michele la via d'elezione per la tua sintomatologia è la terapia sessuale. Ciò che puoi fare personalmente e come coppia è di cercare di dare meno importanza a questa benedetta penetrazione. Fare l'amore non è riuscire a penetrare la propria partner, quello è solo sesso, ma è molto di più. Purtroppo la mentalità occidentale è molto concentrata su questo punto, tanto da farlo diventare il punto cardine di tutto il rapporto sessuale, togliendo molto al piacere che si può ottenere dal sapere stare insieme in maniera ludica. Il piacere che può venire dal corpo viene completamente annullato nella spasmodica ricerca del piacere che si può ottenere dagli organi sessuali specifici e quando questi non rispondono alle aspettative si va nel pallone. Per una buona sessualità è necessario che i partners raggiungano un'intimità mentale ed emozionale intensa, la penetrazione è solo l'atto finale di un insieme di momenti ludici che la precedono e la preparano. Una penetrazione perduta non lo è per sempre, importante è creare le premesse giuste, parlarne insieme potrebbe aiutarvi molto.
Auguri

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Soffro di depressione (1546116…

jessica, 22     Ciao mi chiamo Jessica e ho 22 anni, è la prima volta che mi rivolgo a qualcuno. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni