Pubblicità

ansia da prestazione(45972)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 224 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fernandino, 26anni (30.11.2001)

Non credo sia una richiesta, comunque vorrei finalmente documentarmi su un problema che mi lacera da anni.
Sono sempre stato un soggetto ansioso almeno da quando all'età di circa 17 anni ebbi uno paio di attacchi di panico,da quel momento cambia radicalmente iniziando a vivere in funzione dell'ansia e delle varie paure che iniziarono con quella di morire di infarto.A niente servirono le infinite visite alle quali mi soottoposi,e credo che iniziai così un iter abbastanza classico. Logico per lo meno così mi sembra che dopo pochi mesi quando fui di fronte alla mia prima esperienza sessuale (/che mi sembrava di vivere in terza persona)non ebbi nessuno stimolo.Da quel momento ho avuto una vita sesswulae impossibile e solo quest'anno dopo una relazione di mesi sono riuscito a vivere una sessualità normale con i mieie primi rapporti completi.
Ora terminata questa relazione che mi ha dato per la prima volta la tranquillità e la pace mai avuta (che comunque mi sono rimaste), sto rientrando nella spirale dell'ansia da preestazione, che essendo un bel ragazzo mi mete alla prova frequentemente, anche se ora mi si presenta credo, dopo i primi nuovi insuccessi, assieme ad un calo per non dire assenza di desiderio, assente (credo sia superfluo dirlo nella masturbazione).(Ora purtroppo devo chiuder comunque ho detto più o meno tutto)
Che faccio?

Caro Fernandino, che fare? Invece delle "infinite" visite a cui ti sei sottoposto e che ti avranno certamente rassicurato sul versate organico ( cuore sano, nessun rischio d'infarto), sarebbe molto più proficuo curare gli esiti dell'attacco di panico sul versante psicologico , non disdegnando l'aiuto farmacologico nella fase acuta (se i sintomi sono ancora gravi e invalidanti) . Credo che il desiderio sessuale ricomparirà regolarmente appena i sintomi fobico-ansiosi saranno ridimensionati e controllabili. Dato che la natura di ha favorito fisicamente ( riconosci di essere un "bel ragazzo") perché non investire tempo ed energie per diventare anche una "bella persona" , sostanzialmente risolta e all'altezza delle tante opportunità che la vita ti offre?

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

News Letters

0
condivisioni