Pubblicità

ansia da prestazione(48417)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 30 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Edoardo, 26anni (14.2.2002)

Egregio dottore, premetto che circa un anno e mezzo fa ho cominciato a soffrire di occasionali attacchi d'ansia e di colite nervosa, ragione per la quale mi sono rivolto ad uno psicoterapeuta. In poche sedute, e senza l'ausilio di una terapia farmacologica, la situazione è rapidamente migliorata e, a tuttoggi, posso dire di avere quasi del tutto superato il problema che mi faceva sembrare anche una semplice cena tra amici causa di stress e tensione per la paura di sentirmi male in pubblico.
Ora però il problema è un altro: circa un mese e mezzo fa non sono riuscito a raggiungere l'erezione durante un rapporto con la mia ragazza: ho ovviamente reagito molto male, e da quel momento il mio unico pensiero è stato quello di "rifarmi". Dopo una settimana circa, altro tentativo, buona erezione durante i preliminari ma al momento decisivo...altra cilecca! Dramma, disperazione. Dopo pochi giorni io e la mia ragazza ci siamo lasciati, non che questi episodi siano stati la causa della nostra separazione (le cose tra noi non andavano benissimo da un po' di tempo); tuttavia possono avere aggiunto disarmonia ad una situazione non idilliaca, anche se lei (al solito!) è stata molto comprensiva nei miei confronti.
Adesso io non riesco a pensare ad altro che all'erezione! Ogni visione potenzialmente eccitante viene vista da me come un "banco di prova" (quasi sempre con esito negativo), mi addormento ogni sera sperando di trovare al mio risveglio una splendida erezione mattutina (mentre al massimo trovo un erezione al 50/55%), perfino durante i sogni erotici perdo la mia virilità al momento topico! Ora ho perfino difficoltà a raggiungere l'erezione "in solitario" perchè il solo pensiero di fare sesso mi terrorizza! Sono molto frustrato e non so come trovare il coraggio di avere un altro rapporto, cosciente che, con questo approccio, non posso fare altro che andare incontro ad un altro insuccesso.La prego, non mi dica di rivolgermi ad un andrologo perchè mi infastidisce non poco l'idea di dormire con un rigiscan (cultura da Intetrnet...)o di sottopormi ad altri esami specifici.
La ringrazio anticipatamente per la Sua attenzione.

Caro Edoardo (26 anni), il rapido miglioramento ottenuto nel campo della sintomatologia disturbante ( attacchi acuti di ansia - forse attacchi di panico) col semplice occasionale aiuto dello psicologo... ti ha fatto pensare troppo precocemente a una "guarigione" . In realtà i sintomi e le crisi d'ansia sotténdono problemi d'identità e d'insicurezza personale che richiedono un lungo e approfondito lavoro psicoterapico. Bisognerà spezzare il circolo vizioso dell'ansia d'attesa, smettere di fissarsi sull'obiettivo dell'erezione (il pene non é un muscolo volontario e il riflesso erettile non é qualcosa di intenzionale e perseguibile ...coll'esercizio volontario). Insomma, se vuoi venirne a capo non concentrarti sui sintomi, ma persegui uno "star bene globale" di cui la sessualità soddisfaciente sarà una parte importante di un tutto ben funzionante... Auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

News Letters

0
condivisioni