Pubblicità

Cambiamento (106568)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 28 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A.C. 43

Ho avuto un calo di interesse generale per tutto quello che fa parte della vita quotidiana, lavoro, famiglia, sport, sesso, amicizie e quant'altro. Ho fatto una cura di antidepressivi per circa un anno; devo dire che mi hanno aiutato ad andare avanti, ma non ho piu ritrovato, sia sotto cura che adesso che non prendo medicinali, nessun tipo o barlume di interesse anche momentaneo per qualche attivita che svolgevo o anche qualche cosa di nuovo, compreso il sesso. Le donne mi sono sempre piaciute, mi piacciono anche adesso, ma sembra che la mia libido sia andata in vacanza e non voglia piu tornare. Premetto che sono sposato da 17 anni ed ho una figlia di 13. Ci sono stati momenti difficili a causa di problemi di salute da parte dei genitori delle famiglie mia e di mia moglie. Malgrado faccia sempre male vedere persone care che soffrono, si impara un pò a conviverci con queste situazioni che ci sono tuttora. Mi è anche capitato di innamorarmi di un'altra donna e cosiderando che la conoscevo appena non sembra neanche normale possa accadere. Non è successo niente, perchè lei non era interessata a me per fortuna sua, dovrei dire. Comunque questa cosa mi ha fatto stare male un intero anno, sembra che sia risolta anche se poco tempo fa l'ho incrociata in un locale e mi sono sentito a disagio, non mi fa più cosi male. Sto andando avanti giorno per giorno, sperando che la mia situazione di apatia generale si attenui e si ricomici a vivere un pò. Accetto qualsiasi consiglio sono proprio stufo di questa condizione ma non riesco ad uscirne. Cordiali saluti, Angelo.

Caro Angelo, leggendo la tua storia si possono dedurre alcune considerazioni, la prima di carattere esistenziale, la seconda sessuale. Purtroppo quando nelle famiglie subentrano problematiche di salute e necessita conviverci, il nostro modo di agire subisce un cambiamento poichè si vedono soffrire persone a noi care e inoltre sappiamo che ciò è irreversibile e necessita far buon viso a cattivo gioco, il che non sempre è facile. La conseguenza, nell'esaminare la sessualità è che viene a mancare il desiderio sia nell'uomo sia nella donna. Per superare questa situazione non esistono farmaci, ma cercare dentro di noi quella forza esistenziale che ci fa affrontare il delicato momento. Se senti il bisogno di confrontarti, il consiglio che posso dare è di rivolgerti ad uno psicoterapeuta per avere sia un appoggio sia una chiarificazione con il proprio IO.

(risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 29/09/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

News Letters

0
condivisioni