Pubblicità

Capire la propria sessualità (63430)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 57 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco 17 anni, 10.04.2003

Salve a tutti sono Marco da torino e ho gravi problemi a capire la mia sessualità!Vi chiedo un grandissimo favore di non scartare questa mia richiesta perchè è di fondamentale importanza e potrebbe aiutarmi a uscire da questa depressione!
Per tutta la fase preadolescenziale(dai 14 ai 15 anni)mi masturbavo non pensando a ragazze ma pensando in particolar modo a mio padre. Ho visitato perfino siti gay.
E quando vedevo film erotici volevo sostituirmi alla donna. Non so il perchè ma mi vergogno tantissimo di ciò e non so come ho trovato il coraggio di scrivere questo su internet!ad un certo punto due anni fa un avvenimento (sento una mia compagna di classe che dice all'orecchio di un amica guarda sculetta e forse non si riferiva neanche a me) mi fa spaventare e insomma mi fa cadere in depressione in quanto mi ero reso conto che per due anni avevo in un certo senso sbagliato!
Questa mia depressione diventa fortissima in quanto questa mia paura di essere omosessuale non solo mi faceva stare male con i miei compagni di classe (che avevo paura che lo pensassero)ma mi faceva aver paura di uscire in quanto quando passavo davanti a delle persone avevo paura che lo capissero anche loro(avevo paura di camminare male)!
Da lì stavo sempre a controllare come camminavo (alla fine sembrando davvero un cretino)e a modificare la mia voce che a quei tempi era molto acuta e simile a quella di una femmina.
Volevo aggiungere che questa depressione era diventata così forte che in classe avevo un sonno incredibile non riuscivo più a stare sveglio...
In questo periodo tristissimo per me, in famiglia mia è avvenuta una vera e propria tragedia per cui questa depressione è aumentata tantissimo!durante questo periodo di depressione ho incominciato a forzare me stesso a masturbarmi pensando a femmine e questo ha fatto finalmente finire di fare sogni erotici con mio padre!
Nonostante ciò ero sempre depresso!ma all'incirca anno fa mi arriva nel cel un messaggio di un amica che mi dice che io piacevo a una sua amica!siccome questa amica piaceva anche a me io divento più felice!
Quando incontro questa amica scopro che mi piaceva moltissimo e anche se per timidezza non ho fatto niente con lei da lì in poi mi svegliavo eccitato pensando a lei ero diventato pazzo e questo mi aveva fatto uscire in parte dalla depressione!
Alla fine con questa non concludo niente e da allora si alternano periodi in cui ho paura di essere gay e altri dove sono sicuro di non esserlo!Ma in linea di massima non avevo più quella forte depressione che mi aveva fatto perdere la voglia di vivere!due mesi fa mi innamoro(ancora più pazzamente)di un altra ragazza ,probabilemte perchè pensavo di piacergli.
E dopo questo periodo di innamoramento dove io mi sentivo felicissimo,non riuscivo quasi a dormire la notte pensando a lei,ma alla fine la risposta sua fu un NO.
Per me fu una delusione e per molti giorni pensai a lei!Nonostante tutto ciò ora sono ancora un pò depresso,ho sempre paura degli altri, ho paura di parlare perchè comunque ho ancora la paura di essere omosessuale!
Mi capita di andare a vedere le webcam di uomini nelle chat e di masturbarmi!mi sono reso anche conto che dal punto di vista sessuale le ragazze non mi attraggono per nulla!questo mi crea insicurezza ma dall'altro lato non riesco a spiegarmi il mio innamoramento per una ragazza!ora vi prego con tutto il cuore di analizzare il mio caso ed esprimere un vostro giudizio in riguardo di dirmi se quello che mi è successo e normale o no!
Ci tengo molto a questa risposta in quanto potrebbe farmi uscire da questa depressione e paura degli altri che mi assilla oramai da due anni!vi ringrazio tanto per il servizio che offrite Tanti saluti Marco

Mi è un po' difficile aiutarla perchè il quadro che lei espone è molto confuso, e fra l'altro mancano delle informazioni sulla tragedia familiare a cui allude e che quindi non sono in grado di collocare nel suo vissuto emozionale.
Per quello che si può capire, lei ora è arrivato alla conclusione che le ragazze non le piacciono fisicamente.
Questo è un segnale, di solito, di una inclinazione omosessuale, che nel suo caso è rafforzata dall'attrazione che prova per immagini di uomini in Internet.
Questo dato non è in contraddizione con l'innamoramento per una coetanea: il cuore ed il sesso non sempre vanno nella medesima direzione,anche se certamente il no che ricevuto non hanno contribuito ad aiutarla e a tranquillizzarla.
In conclusione la invito a darsi un po' di tempo per capire meglio e, eventualmente, a rivolgersi ad uno psicologo sia per farsi aiutare a superare la depressione sia per fare maggiore chiarezza sulle sue reali inclinazioni.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni