Pubblicità

Compulsività sessuale (105363)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 40 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 42

Sono un uomo pieno di interessi, con un gran bagaglio di esperienze, e con un lavoro estremamente dinamico e intellettualmente stimolante. Insomma, non avrei nulla di che lamentarmi, anzi. Il mio problema e' che sono totalmente dipendente dal mio incessante desiderio sessuale. E non ne posso piu'. Sto lentamente e sistematicamente erodendo la mia carriera, le mie amicizie, la mia vita, nella ricerca del piacere sessuale. Passo ore ed ore con la pornografia su internet, ogni viaggio di lavoro diventa un modo per trovare sesso, a pagamento e non, frequento prostitute e trans. Sono ossessionato dal sesso. Se non provo almeno un orgasmo al giorno sto "male". Sacrifico una quantita' incredibile di ore, energie, e denaro al sesso. E il sesso mi porta a fare delle scelte di relazione che non mi fanno stare bene. Adesso ho una relazione con una donna che e' un po' la mia "controparte". Nel passato ha fatto la prostituta per "vocazione", abitue' di club prive' e festini orgiastici, ha sistematicamente e ripetutamente fatto cornuti tutti i suoi amanti. Ci chiudiamo in camera e facciamo sesso per 2-3 giorni di seguito. A volte senza ne' mangiare ne' dormire. E ci siamo "innamorati". Ma e' una persona in un certo senso assurda. Piena di contraddizioni, di basso livello culturale, incapace di ascoltare e capire. Io non ci sto veramente bene, ma per stare con lei ho veramente messo nei casini tutta la mia vita, a 360 gradi. E questo mi fa paura. Pur di soddisfare il mio piacere con lei non ho esitato a nuclearizzare tante cose che avevo faticosamente costruito nel tempo. Il sesso, il mio vero padrone, ci lega indissolubilmente. Non ne posso piu'. Voglio gioire del sesso, si, ma sento un tremendo bisogno di trovare un equilibrio diverso. Non voglio vivere cosi'. Sono una persona veramente piena di interessi ed energie. Ma mi sento sempre piu' risucchiato in un tunnel senza uscita, ed ho paura di cosa mi aspetta nel futuro. Non so se un consulto psicoterapico possa veramente aiutarmi. Ma voglio provarci. Piu' che una risposta, qui cerco dei nomi di psicoterapeuti competenti nell'area di como e zone limitrofe che possano provare a darmi una mano. Grazie

Caro Andrea, mi sembra abbastanza evidente che lei abbia a che vedere con una dipendenza dal sesso, che purtroppo non è diversa dalla dipendenza da droghe o da alcol, cambia soltanto l’oggetto della dipendenza. L’idea di consultare uno psicoterapeuta mi sembra la migliore che possa avere, in questa situazione. Per cercare una persona adatta a lei, può consultare il sito www.psicologi-italiani.it, dove troverà un elenco di psicoterapeuti divisi per regione, il sito dell’Ordine degli Psicologi, oppure rivolgersi al suo medico di fiducia per un invio. Molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 24/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

News Letters

0
condivisioni