Pubblicità

Coppia (008018)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Silvia, 27 anni

Ciao, mi chiamo Silvia e ho 27 anni;
io da 2 anni frequento un meraviglioso ragazzo di 34 anni..
con cui sto molto bene.
La nostra storia inizia per scherzo e partendo dal volere da parte mia solo sesso mentre dalla sua molto di piu'. Con il tempo mi sono innamorata ed eccoci qua.
Lui viene da una famiglia normale esattamente come la mia. Nessun trauma o simili.
la nostra storia come tutte all'inizio e' molto focosa e passionale, ma da circa 6 mesi lui ha perso la voglia di fare sesso.
Premettendo che di tradimento non si tratta.. e questo e' assodato io sono ormai portata a pensare che sia perche' non gli paiccio piu'.
Ne parlo con lui piu' di una volta ma mi assicura che non dipende da me, che gli piaccio, e che mi ama ma che non sa cosa gli succede.
Piu' volte ho provato a troncare la relazione ma lui disperato non mi vuole perdere.
Nell'ultima volta che abbiamo affrontato l'argomento lui mi ha chiesto aiuto...
cosa posso fare io?
La mancanza di desiderio e rapporti in una coppia non e' il primo segnale della fine da sempre?
Vi prego aiutatemi
Silvia

Cara Silvia in una coppia può capitare che, per vari motivi, ci sia un calo del desiderio sessuale. Può coinvolgere uno o entrambi i partners e spesso la cosa si risolve naturalmente. Sei mesi sono un buon lasso di tempo per decidere di trovare una soluzione. Può darsi che il tuo ragazzo stia attraversando un periodo di particolare stress lavorativo o che si sono verificate una serie di circostanze che hanno influito negativamente sul suo umore che hanno causato la diminuzione dell'interesse sessuale. Ipotesi queste che andrebbero verificate in un setting terapeutico.
Auguri
Dott.ssa M.A.Assunta

( risponde la dott.ssa Maria Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni