Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Coppia (119142)

on . Postato in Sessualità | Letto 14 volte

Sergio 40

Salve, ho 40 anni, coniugato da 12, ho conosciuto mia moglie che aveva 15 anni, abbiamo scoperto il sesso insieme, sono poco dotato (circa 13 cm) e non  resistente, creando in lei problemi di orgasmo molto difficili da raggiungere, così un giorno per gioco lei mi ha chiesto di provare ad avere rapporti con qualche altro partner visto che entrambi non avevamo esperienze in merito e di capire se fosse così complicato raggiungere l'orgasmo. Da quel momento ho sentito una forte sensazione dentro, immaginavo il tradimento di lei tra le braccia di un altro uomo (premetto che lei è bella di viso e di corpo, molto attraente, gli uomini la guardano quando cammina in strada), la cosa mi suscitava molta curiosità e, nello stesso tempo, mi angosciava, e così, dopo un po' si è giunti alla decisione di provare questa nuova esperienza. In 2 anni ha avuto 8 rapporti tutti con uomini dotati, vederla godere per me è molto libidinoso, da allora non riesco più a farne a meno, sono io che prendo l'iniziativa per nuovi incontri, mi piace far sesso con lei ricordando i suoi incontri. Premetto che lei è disponibile a cessare in qualsiasi momento questo gioco, senza sentire il bisogno di nuovi incontri, ma adesso sono io che continuo a spronarla a nuovi incontri. Vorrei sapere cosa mi succede, vorrei uscire da questo gioco ma non trovo la forza.

 Caro Sergio, se questa cosa ti eccita ed a tua moglie sta bene non capisco come mai vuoi interrompere. Forse questa cosa, visto che parli di "essere o meno dotati", ti evoca dei giudizi su di te che non tolleri volentieri o che comunque evocano emozioni spiacevoli? O  forse non vuoi smettere perchè ti spiace non poter dare piacere fisico a tua moglie come sanno fare gli altri? Senza queste risposte vado un po' tentoni. Sappi che ci sono molti modi per dare e ricevere piacere, potreste provare alcune alternative a questo gioco, come vari tipi di stimolazione, aumentare le pratiche di petting, introdurne di nuove, utilizzare materiale video, fare giochi di ruolo. Non ho molti dati ma ho letto fra le righe un certo turbamento in te. Esistono molti libri di sessuologia indicati all'utente, prendine uno, cerca qualche pratica alternativa che però coinvolga solo voi due e proponila a tua moglie come un nuovo gioco. Spero che questo ti sia d'aiuto. A presto.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 31/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

News Letters