Pubblicità

Coppia e sessualità (104321)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima 24

Salve, sono fidanzata da quasi due anni con un ragazzo di 31 anni.prima di fidanzarci devo dire che ho affrontato diversi problemi perchè la "gente" non faceva altro che dirmi che lui non aveva intenzioni serie. Non ho dato ascolto a nessuno e mi sono fidata di lui; devo dire che ho avuto ragione, infatti lui dopo un pò di tempo mi ha fatto conoscere la sua famiglia ed ora siamo ufficialmente fidanzati. Lui, sessualmente parlando, ha molta più esperienza di me, e questo l'ho notato fin dai primi rapporti, che all'inizio erano molto più frequenti. Dopo un pò sono diventati pù rari... io ho parlato con lui di quello che per me era un problema e lui mi ha risposto, evasivamente che anche lui se ne era accorto, ma non sapeva perchè! Gli ho chiesto se per caso non mi amava più, e lui si è infuriato.. così ho aspettato. Ho pensato ad un tradimento, ma poi ho escluso questa possibilità. A letto io sono più inesperta e certe cose le ho fatte per la prima volta con lui. Tutto ciò mi ha reso quasi sempre timida e quasi mai intraprendente. così, pensando che potesse essere questa la causa ho provato a provocarlo io e a volte ho avuto successo (abbiamo fatto l'amore e poi dopo poco tempo ha preso lui l'iniziativa). Dico a volte perchè è capitato che pur essendo entrambi molto trasportati, dopo circa un'ora e dopo che io ho raggiunto l'orgasmo più volte, lui non è riuscito a "venire", pur avendo un'erezione perfetta, ed abbiamo lasciato perdere. Io mi sono sentita in colpa come se nn gli piacessi o come se non sapessi fare niente. Lui mi ha detto che non era colpa mia, ma che era solo stanco. Io non so cosa pensare perchè non è un singolo episodio! Ora non abbiamo rapporti da neanche un mese (ma non ci sono state occasioni e non si potevano creare) ho paura però che lui lasci passare di nuovo tempo ed io mi sentirei di nuovo piena di dubbi! Aiutatemi per favore perchè questi pensieri mi logorano e mi distraggono dallo studio e dalle mie faccende!!! Grazie

Gentile anonima, in genere quando si creano situazioni in cui si verifica un’astinenza sessuale dovuta alla mancanza di iniziativa di uno dei due partner, difficilmente la cosa dipende solo ed esclusivamente da uno dei due. Quindi mi sembra poco probabile che il diradarsi dei rapporti tra lei e il suo fidanzato possa essere dovuto alla sua inesperienza, o all’ipotesi di non piacergli più. Non mi ha scritto molto su come funzionano i vostri rapporti al di là del sesso, ma visto che attualmente lui sta dimostrando qualche problema rispetto all’eiaculazione, è possibile che abbia dei problemi suoi, di cui non le ha parlato, o è possibile che ci siano problemi nel vostro rapporto che, non evidenziandosi in altro modo, vanno ad influire sulla sessualità. In queste situazioni la cosa migliore è parlare sinceramente di tutti i propri vissuti, cercare di capire insieme cosa ci sia che non va, e provare a trovare delle soluzioni. Se avete un buon dialogo, far questo non sarà difficile, mentre se non avete un buon dialogo, questa potrebbe essere un’ottima occasione per crearlo. Molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 04/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

News Letters

0
condivisioni