Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Coppia e sessualità (104321)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Anonima 24

Salve, sono fidanzata da quasi due anni con un ragazzo di 31 anni.prima di fidanzarci devo dire che ho affrontato diversi problemi perchè la "gente" non faceva altro che dirmi che lui non aveva intenzioni serie. Non ho dato ascolto a nessuno e mi sono fidata di lui; devo dire che ho avuto ragione, infatti lui dopo un pò di tempo mi ha fatto conoscere la sua famiglia ed ora siamo ufficialmente fidanzati. Lui, sessualmente parlando, ha molta più esperienza di me, e questo l'ho notato fin dai primi rapporti, che all'inizio erano molto più frequenti. Dopo un pò sono diventati pù rari... io ho parlato con lui di quello che per me era un problema e lui mi ha risposto, evasivamente che anche lui se ne era accorto, ma non sapeva perchè! Gli ho chiesto se per caso non mi amava più, e lui si è infuriato.. così ho aspettato. Ho pensato ad un tradimento, ma poi ho escluso questa possibilità. A letto io sono più inesperta e certe cose le ho fatte per la prima volta con lui. Tutto ciò mi ha reso quasi sempre timida e quasi mai intraprendente. così, pensando che potesse essere questa la causa ho provato a provocarlo io e a volte ho avuto successo (abbiamo fatto l'amore e poi dopo poco tempo ha preso lui l'iniziativa). Dico a volte perchè è capitato che pur essendo entrambi molto trasportati, dopo circa un'ora e dopo che io ho raggiunto l'orgasmo più volte, lui non è riuscito a "venire", pur avendo un'erezione perfetta, ed abbiamo lasciato perdere. Io mi sono sentita in colpa come se nn gli piacessi o come se non sapessi fare niente. Lui mi ha detto che non era colpa mia, ma che era solo stanco. Io non so cosa pensare perchè non è un singolo episodio! Ora non abbiamo rapporti da neanche un mese (ma non ci sono state occasioni e non si potevano creare) ho paura però che lui lasci passare di nuovo tempo ed io mi sentirei di nuovo piena di dubbi! Aiutatemi per favore perchè questi pensieri mi logorano e mi distraggono dallo studio e dalle mie faccende!!! Grazie

Gentile anonima, in genere quando si creano situazioni in cui si verifica un’astinenza sessuale dovuta alla mancanza di iniziativa di uno dei due partner, difficilmente la cosa dipende solo ed esclusivamente da uno dei due. Quindi mi sembra poco probabile che il diradarsi dei rapporti tra lei e il suo fidanzato possa essere dovuto alla sua inesperienza, o all’ipotesi di non piacergli più. Non mi ha scritto molto su come funzionano i vostri rapporti al di là del sesso, ma visto che attualmente lui sta dimostrando qualche problema rispetto all’eiaculazione, è possibile che abbia dei problemi suoi, di cui non le ha parlato, o è possibile che ci siano problemi nel vostro rapporto che, non evidenziandosi in altro modo, vanno ad influire sulla sessualità. In queste situazioni la cosa migliore è parlare sinceramente di tutti i propri vissuti, cercare di capire insieme cosa ci sia che non va, e provare a trovare delle soluzioni. Se avete un buon dialogo, far questo non sarà difficile, mentre se non avete un buon dialogo, questa potrebbe essere un’ottima occasione per crearlo. Molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 04/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters