Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Coppia/sessualità (017416)

on . Postato in Sessualità | Letto 11 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Patrizia, 37 anni

Sto vivendo un rapporto difficile con un uomo di una sensibilità molto forte, lucido e perfezionista, che amo di un amore molto profondo e con il quale condivido la profondità delle nostre anima e delle nostre menti, vivendo l'eccellenza del rapporto, ma con il quale abbiamo difficoltà a vivere i nostri corpi.
Quest'ultima è stata causa di un allontanamento durato alcuni mesi che ha causato una profonda lacerazione ad entrambi e una solitudine profonda, nonostante vari incontri con terze persone (anche sessulamente appaganti). da qui la consapevolezza di una "non fine" e il riavvicinamento.
Da allora, nonostante molti miglioramenti, la nostra sessualità è sporadica, anche se appagante nell'incontro, e la mancanza ci causa un grande dolore, che abbiamo cercato di sviscerare parlandone a lungo, dettagliatamente e profondamente, provando a cercare le cause della mancanza e soprattutto le soluzioni.
Io credo l'inconscio e la paura del "troppo"centrino molto, lui non lo esclude ma è molto più realista nella sua visione e non crede, come me, nella forzatura.
Abbiamo parlato di terapia, verso la quale, in questo caso specifico, lui non è motivato, per cui escluderei la possibilità di una terapia di coppia, nella quale già credo poco anch'io, ma che comunque non avrebbe la totale accettazione di entrambi, che penso sia condizione necessaria.
domanda: una mia terapia singola potrebbe servire? senza dubbio servirebbe a me al di là, ma nell'ambito di questo rapporto potrebbe aiutare, magari ad alleggerire ansie e paure? grazie per la risposta.

Cara Patrizia se fossi in lei mi rivolgerei senz'altro ad un sessuolo se non altro per avere la possibilità di spiegare in modo più dettagliato le vs dinamiche relazionali e fare il punto della situazione. Dopo il primo colloquio, che generalmente si esaurisce in due o tre sedute, il/la collega sarà in grado di indicarle la via più giusta da seguire.
Auguri


( risponde la dott.ssa Maria Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione, paura (151…

klava, 20     Salve, mi chiamo Claudia, sono una studentessa universitaria. Ultimamente sto rivivendo un circolo vizioso dato (credo) dall'ansia ...

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

News Letters