Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Crisi sessuale (079313)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Serena, 28 anni

Sto con un ragazzo da circa 10 mesi e a livello sessuale siamo sempre andati veramente bene, anzi abbiamo sempre avuto una fortissima attrazione. Lui soprattutto mi ha sempre detto che che sotto questo aspetto non si era mai trovato così bene e così attratto. In questi 10 mesi abbiamo avuto diversi problemi a livello caratteriale, (per il modo differente di pensare, per gli interessi quotidiani, per gelosia..) quindi abbiamo sempre litigato molto ma alla fine stiamo ancora assieme perchè ci amiamo tantissimo entrambi.
Ultimamente le cose tra noi diciamo che si stanno sistemando al meglio, quindi abbiamo cominciato a capirci, ad avere gli stessi interessi (coinvolgendoci l'uno con l'altro), ad avere amici in comune, le gelosie (soprattutto da parte mia) sono un po' diminuite e lui ha diminuito i motivi che me la facevano venire.
Ora però sta sorgendo un nuovo problema: quando siamo da soli e nel momento che proviamo ad avere dei rapporti, lui spesso non ha erezione..... lui comincia da agitarsi, a sudare (e me ne accorgo) e va finire che non si fa più nulla. Io cerco di fare finta di niente ma non ci riesco perchè mi viene da piangere.
Comincio a pensare che non gli piaccio più e cominciano a venirmi tutte le paranoie legate a situazioni che si sono verificate da quando stiamo assieme (cioè gelosie su sue amiche e su una sua ex con le quali si sentiva e ci usciva ma che a me hanno sempre dato fastidio e che mi facevano soffrire).
Poi inizio a dirgli che non mi desidera più come prima.... insomma comincio a fargli delle storie, ma anche quando non glie le faccio lui non ha ugualmente erezione e così smettiamo tutto e io ci sto male dentro.
Abbiamo provato a parlarne e lui mi dice che si agita perchè ha paura di non avere erezione e così non ce l'ha veramante.... io gli ho detto di stare calmo e se quando succede di continuare ugualmente la nostra intimità ma poi finisce che lui interrompe tutto e io ci sto troppo male. Ormai sono diverse settimane che succede tutto ciò e più passa il tempo e più peggiora.
Cosa devo fare? come devo comportarmi? Vi prego datemi un consiglio, anche perchè ho voglia di tornare come una volta, quando stavamo in casa tranquillamente sul divano o sul letto, ma ora usciamo sempre per non fare accadere queste cose.
Grazie anticipatamente

Cara Serena, la prima cosa che posso dirle è che la sfera sessuale è probabilmente la più sensibile, sia nei singoli, che nei rapporti di coppia.
Quindi generalmente succede che, ove vi siano dei conflitti personali o interpersonali, questi si riverberino prima di tutto sulla sessualità. Problemi in quest'ambito sono spesso sintomi di qualcos' altro che, in quel momento, non sta funzionando al meglio. Si può tranquillizzare, quindi, il motivo per il quale il suo ragazzo ha dei problemi di erezione non ha probabilmente nulla a che vedere con la sua attrattiva.
Da quanto ha scritto, ritengo molto più probabile che ci siano dei conflitti nascosti, non interamente risolti, che causano questa problematica.
Il mio consiglio è di parlare con il suo ragazzo, sviscerare eventuali problemi di coppia, cercare di capire cosa c'è che non va, o se ha dei problemi personali (anche questi potrebbero giustificare la mancanza di erezione).
Mi rendo conto che questa situazione le causa disagio, ma cerchi di essere comprensiva con lui, vedrà che comunicando con sincerità e apertamente riuscirete a trovare il bandolo della matassa.
Le faccio molti auguri.

Pubblicitla' Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una conc...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters