Pubblicità

Cuckold (016379)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 464 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara, 28 anni
Salve, vi scrivo perchè sono disperata, il mio uomo è un cuckold ed io non ne sapevo assolutamente nulla e avendolo capito per caso sono molto scossa...da un po' di tempo durante i nostri rapporti fantasticava dicendo che gli sarebbe piaciuto da impazzire vedermi far sesso con un altro uomo mentre lui guardava o partecipava.. inizialmente non capivo, credevo fosse solo una fantasia, poi ho trovato nella sua posta elettronica un'iscrizione a siti di cuckold..è inutile dirvi come mi si sia gelato il sangue..Io sono una donna dalle forme molto generose e dall'abbigliamento esuberante lui mi dice che lo eccita da morire vedermi vestita cosi e guardare gli sguardi di altri uomini attenti alle mie forme..io vorrei un consiglio su come fare a dissuaderlo da questo suo fenomeno o patologia o devianza sessuale...Non l'ho mai assecondato e purtroppo mi sono ritrovata anke su annunci sessuali a mia insaputa...Da uno psicologo non vuole andarci..aiutatemi voi io non so come comportarmi se farlo parlare di questa cosa assecondando le cose che dice oppure dargli addosso e dirgli che sono cose che a me non interessano?
Lui mi ha sempre detto che se io lo inibisco in questa cosa è peggio perchè il suo desiderio crescerebbe,abbiamo litigato tanto x questa cosa perchè gli ho sempre detto che questa sua fantasia nn si avvererà mai..aiutatemi,non so proprio cosa fare..lui ha 36 anni..è figlio unico ed ha una mamma molto possessiva e gelosa di lui che scarica le sue tensioni su di lui..è una persona insicura ed è gia stato in analisi per tre anni dopo la morte del padre...Delucidatemi,vuole essere aiutato da me ,ma io nn sono una psicologa o un'analista sono una semplice pedagogista..


Cara Sara ipotizzo che il tuo lui prima di essere un cuckold sia stato un voyeur cioè un guardone; il voyeurismo è una deviazione sessuale, tipicamente maschile, ed è indice di una fissazione o di una regressione ad uno stato infantile della sessualità. Di solito i soggetti che sviluppano questa parafilia traggono piacere dal solo guardare segretamente scene di nudo o di sesso. I cuckold coinvolgono, quando questo è possibile, le loro partner nella realizzazione delle loro fantasie appagando così, principalmente, la loro necessità di guardare.
Dal momento che senti di non poter accettare le sue richieste sarebbe saggio, per il bene di entrambi , lasciarlo andare. Togliti dalla testa la possibilità di aiutarlo o di poter modificare le cose, le parafilie generalmente sono egosintoniche (tollerate dall'Io) tanto è che questi soggetti difficilmente decidono spontaneamente di rivolgersi ad uno specialista, vanno in terapia soltanto quando il partner diventa intollerante verso la situazione o quando, a causa di comportamenti lesivi per se e/o per gli altri, è un ordinanza del tribunale ad imporre un trattamento che può essere a secondo dei casi psicologico, farmacologico o associato. Il tuo contributo può essere il suggerimento di rivolgersi ad sessuologo con esperienza in questo ambito specifico, altro non puoi fare. Auguri

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Psicoterapia

La psicoterapia è una forma d’intervento terapeutico nei confronti di disturbi emotivi, comportamentali, ecc., condotto con tecniche psicologiche. La Psicote...

News Letters

0
condivisioni