Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Deficit erettile (1949)

on . Postato in Sessualità | Letto 9 volte

Antonio 57

Sono sposato da oltre 30 anni con una donna attraente ed affettuosa. Durante i primi anni di fidanzamento avevo avuto per alcuni mesi difficoltà ad avere un rapporto sessuale perchè perdevo l' erezione nel momento in cui mi accingevo al coito. In seguito tutto è andato sempre bene e, devo confessare, ho avuto numerose relazioni con altre partner con qualche sporadica defaillance. Tre anni fa ho conosciuto una donna più giovane di me di 17 anni, affetta da disturbo bipolare ( ho però dei dubbi sulla diagnosi) con la quale ho avuto dei rapporti che però sono stati periodicamente ( uno su quattro)caratterizzati dalla comparsa del disturbo erettile sempre in concomitanza con l' atto della penetrazione; ho pertanto fatto ricorso al sildenafil che mi ha aiutato ma ultimamente ho avuto difficoltà nonostante l' uso del farmaco. Debbo però dire che non sento più l' attrazione sessuale che prima sentivo per questa donna; non riesco però a capire se si tratti veramente di mancanza di attrazione o di un meccanismo di "difesa" per giustificare il mio deficit. Con mia moglie invece non ho mai alcun problema anche se i nostri rapporti sessuali si sono col tempo un pò diradati ( 4-5 volte al mese).Per motivi di lavoro incontro sempre la donna con la quale presento il mio problema, dormiamo insieme, lei desidera il rapporto ma io sto progressivamente entrando in uno stato di ansia, se non di angoscia, per la paura di fare sempre una brutta figura.Mi scuso per la "lunghezza" della mia lettera e porgo cordiali saluti.

Caro Antonio da quanto riferisci escludo la natura organica del sintomo e ipotizzo un'impotenza da ansia. Molto probabilmente sei una persona ansiosa che vive male le situazioni nuove ed in maniera conflittuale le relazioni extra coniugali. In questo momento la situazione può essere precipitata sia a causa della perdita d'interesse nei confronti di questa donna sia per la paura di non essere in grado di effettuare il coito a causa dei precedenti fallimenti. L'aiuto di un sessuolo può aiutarti a ritrovare fiducia nelle tue potenzialità. Auguri

(risponde la dott.ssa Assunta Consalvi)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

News Letters