Pubblicità

Depressione - Dipendenza - Sessualità (128888)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 342 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vincenzo 32

Salve, ho 32 anni e vengo direttamente al mio problema. Non ho mai avuto una ragazza nè un primo bacio nè un rapporto sessuale. Sono sempre stato cordialmente respinto nonostante diversi tentativi. A 20 anni ho avuto una forte delusione (rifiuto) quando avevo una carica affettiva enorme (prima e unica volta che sono mai stato innamorato) e credo che questo abbia un po' segnato, come un trauma, gli anni successivi. Il mio problema è che adesso sento di non riuscire a provare sentimenti per nessuna donna (anche da ragazze che fanno gesti notevoli di amicizia), forse per via della mia età più matura forse per il mio passato e la mia insoddisfazione o forse perchè tanto so che appena faccio un passo avanti vengo subito bloccato. Da un mesetto ho iniziato ad andare in un locale di lap dance (una volta alla settimana perchè mi pongo dei limiti di spesa e di frequentazione) dove le signorine mi fanno provare quella fisicità che non ho mai provato prima (nessun contatto puramente sessuale comunque). Lo so, è patetico ma per uno nella mia situazione è tanto assurdo e sbagliato? Quando torno a casa (oltre a sentirmi alleggerito ogni volta di 40-50 euro) mi chiedo se questa non stia diventando una forma di dipendenza e di certo non mi sento un grande. Ma se andassi in qualche discoteca per provare a conoscere so che tornerei a casa ancora più morallmente distrutto. Inoltre la mia preoccupazione di non trovare una donna che mi faccia rivivere qualche emozione è accentuata dal fatto che queste donne hanno un fisico perfetto che praticamente mai trovi fuori da certi ambienti. Il confronto non potrebbe reggere. Con le prostitute non ci voglio andare, sebbene ci abbia pensato (chissà magari può darmi un colpo all'autostima e smuovere le acque) poichè non ne ho il coraggio anche se mi dico che non ci vado per via del rischio malattie e poi ho paura sia troppo squallido. Mi trovo anche in una città nuova, lontana da amici e parenti e tutto diventa più difficile, ci si aggrappa a tutto. Per favore non ditemi di isrcivermi ad un corso di cucito o a pensare che un giorno troverò l'anima gemella perchè sono tutte sciocchezze che van bene per chi crede alle favole. Io voglio trovare dentro di me l'interruttore per tornare a vivere. Mi sapete suggerire dove cercare? Cosa fare? Sicuramente direte che ho bassa autostima, forse è così, ma è possibile avere scarsa autostima solo in campo affettivo? Io stimo me stesso, so che valgo, che so essere divertente e far ridere la gente, ma sento che gli altri non sono abbastanza sensibili da capirlo. Sono un caso al limite della depressione o ci sono già dentro fino al collo? Saluti.

Caro Vincenzo, il problema è ben riassumibile: tu hai avuto delle delusioni che non ti hanno permesso di sviluppare alcune abilità…e che soprattutto hanno avuto un certo impatto sulla tua autostima ed adesso, da una parte non sai approcciare le ragazze perché non hai mai imparato, dall’altra, se lo facessi comunque, probabilmente incorreresti in un fallimento, rinforzando la tua tacita idea di non essere in grado. Non devi iscriverti ad un corso di cucito, anzi…l’unica cosa da fare in questi casi è proprio buttarsi nella situazione per verificare che i rifiuti, non sono piacevoli certo, ma neanche la fine del mondo. Inoltre, per imparare ad approcciare una donna (hai detto bene tu adesso sei grande!) devi provarci e trovare la tua modalità. Non so se il consiglio ti sembra banale, ma è la cosa da fare in questi casi. Per quanto riguarda la lap dance non credo che tu stia sviluppando una dipendenza, però a parer mio ti consiglio di investire quei soldi in uno psicologo in carne ed ossa e seguire un training assertivo che ti aiuti a maturare abilità sociali più funzionali.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)


Pubblicato in data 15/12/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

News Letters

0
condivisioni