Pubblicità

Desiderio di maternità (130069)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 72 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Simona 17

Gentili dottori, sono una ragazza di 17 anni e da almeno due anni ho un fortissimo desiderio di maternità. Ciò mi spinge spesso ad avere rapporti a rischio sperando che riesca a rimanere incinta (tengo a precisare che questi rapporti li ho sempre avuti con il mio ragazzo non con persone qualsiasi). Penso di essere rimasta incinta due volte, ho avuto un lunghissimo ritardo ma non ho trovato il coraggio di fare il test per la troppa paura di vederlo negativo. Entrambe le volte però dopo circa un mese di ritardo il ciclo si è ripresentato, non so se possa essere stato un aborto spontaneo oppure un semplice ritardo. Questo desiderio naturalmente mi fa soffrire enormemente perchè so che in questo momento non potrei mai avere un figlio, ho solo 17 anni e i miei genitori me lo impedirebbero. Anche se razionalmente so che questo desiderio è sbagliato perchè sono troppo giovane ma non riesco a smettere di pensarci. Io sono anoressica, con un passato di bulimica. Ho tentato il suicidio due volte e nella mia famiglia non c'è un ambiente propriamente felice, i miei genitori sono divorziati e io vivo con mio padre, mentre i miei fratelli con mia madre e vivo molto male questo distacco da loro anche se è stata una mia scelta andare a vivere da mio padre. Spero che lei possa aiutarmi perchè non riesco mai a trovare una felicità,mi sento sempre disperata e sola, mi sembra di non raggiungere nulla nella mia vita. In attesa di una vostra risposta vi ringrazio.

Cara Simona il tuo racconto è pieno di problematiche psicologiche che spiegano, in parte, la tua problematica denunciata , il desiderio di diventare madre. Se prendiamo ad esempio il tuo racconto diverse sono le considerazioni da fare : la prima è che sia l'anoressia sia la bulimia sono state scatenate dal problema dei due genitori, e il vivere con il padre evidenzia il difficile rapporto che hai con la madre. Il voler diventare madre a 17 anni comporta alcune riflessioni: il padre è consapevole di diventarlo o per lui è un gioco? Chi pensa a mantenere l'intera famiglia quando il nascituro viene al mondo? Tu credi di essere pronta come madre con tutti i problemi che hai denunciato? Il mio consiglio è quello di consultare uno psicologo psicoterapeuta che possa aiutarti a riflettere sulle tue relazioni e sui tuoi pensieri che sono molto astratti, egli può cercare di farti scoprire la strada che vuoi seguire prima per ritrovare la serenità poi per il desiderio materno che è naturale in quasi tutte le donne. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Pugelli )

Pubblicato in data 23/01/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

News Letters

0
condivisioni