Pubblicità

disfunzione erettile (53266)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
cesare, 38 anni, 29/10/2002

salve dottore Avrei bisogno di un bell'aiuto... Credo di essere affetto da disfunzione erettile... Sto passando un periodo di grande stress in quanto sto lasciando la mia famiglia per un'altra donna della quale mi sono innamorato. Il tutto dal mese di aprile più o meno... Sento molto il cambiamento che sto subendo... Dai primi casuali insuccessi sessuali (il primo dovuto sicuramente da ansia di prestazione), sono passato ad una forma vcera e propria di ansia che mi ha comportato la paura di avere rapporti. Quando ne ho, però, il piacere è totale per tutti e due. ultimamente, però, ho perso il desiderio sessuale, e quando riesco ad avere un'erezione tendo ad avere subito un'eiaculazione. ho 38 anni e tanta voglia di stare bene. L'intesa sessuale con la mia partner è sempre stata molto alta e ci ha dato sempre grande soddisfazione. Lei crede il mio problema sia solo legato al grande stress...le ho parlato, e fortunatamente intraprenderemo il cammino della mia guarigione insieme... ci amiamo davvero tanto... Sto curando la mia ansia, lo stress, varie paure, con i fiori di Bach e devo dire che va veramente molto meglio rispetto a qualche tempo fa...è rimasta solo l'ansia legata a questo problema sessuale. mi sto informando via internet sulle cause, le terapie, ma ho capito che ho bisogno di una visita specialistica. Può dirmi se la causa è solo psicologica o anche un problema fisico? Sono molto spaventato... Si è aggiunta ora anche la perdita del desiderio sessuale... In precedenza, la mia attività sessuale era più che normale... grazie per il tempo che vorrà dedicarmi... Cesare

RISPOSTA: In genere le problematiche psicosomatiche hanno origine multifattoriali. Dire che un problema è tutto somatico o tutto psicologico è molto riduttivo. Le psicopatologie sessuali essendo di natura psicosomatica seguono questo andamento. L'importanza dell'aspetto organico può essere verificata dall'assenza di erezioni spontanee mattudine. Quando queste ci sono e sono di buona qualità le cause del sintomo sono a preponderanza psicologica. Nel tuo caso sono propensa a pensare che il sintomo è situazionale e che una volta stabilizzata la nuova relazione potrai ritrovare le risorse per una buona prestazione sessuale. L'aiuto di un sessuologo o di uno psicoterapeuta di problematiche relazionali può facilitarti il compito e abbreviare i tempi di ripresa. La separazione per quanto voluta genera sempre, a livello più o meno inconscio, malesseri dovuti a sensi di colpa, dubbi, ansia, paura del cambiamento che vanno ad intaccare la stabilità del soggetto.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni