Pubblicità

Disfunzione erettile e perdita capelli (1231412)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Riccardo 20

Tutto è cominciato ad ottobre 2007 quando mi sono accorto che iniziavo a perdere i capelli: da quì ho iniziato ad avere una vera e propria ossessione, guardavo tutte le teste delle persone e desideravo avere i capelli come loro. Questa cosa mi ha talmente stressato che ci pensavo sempre e iniziavo a finalizzare i miei comportamenti in relazione alla mia futura perdita (ad esempio uscivo con una ragazza perchè pensavo che dopo un anno non avrei potuto più farlo), poi incominciavo a sentirmi diverso perchè ero ancora vergine e, perdendo i capelli, era come se mi rendevo conto che stavo invecchiando. Con le ragazze ci sono sempre uscito e ne ho avute anche parecchie (infatti nel mio paese passo per uno che ci sa fare); una sera esco con una ragazza che mi fa il filo e non riesco a raggiungere l'erezione. Da quì inizia un altro calvario che mi porta ad essere angosciato per questa nuova difficoltà: è come se fossi entrato in questa spirale da dove non riesco più ad uscirne. Poi, come se non bastasse, ho pensato che la mia disfunzione derivasse dal fatto che potessi essere omosessuale. Da quì nasce una vera e propria paura: già una volta da piccolo ero ossessionato dal fatto che potessi diventarlo, poi mi passò; da lì ho avuto le mie esperienze (petting, sesso orale). Ora non riesco a raggiungere l'erezione nemmeno nella masturbazione. Aiutatemi, vi ringranzio.

Caro Riccardo, la tua storia è ricca di insicurezze e incertezze poichè sottolinei vari aspetti psicologici che ti creano ansia. L'impotenza descritta è secondaria, il che significa che è causata dall'ansia di prestazione che è scaturita in te; non solo la paura di essere omosessuale che ti assilla, la perdita di capelli, oggi giorno sono più i giovani con teste rasate che capelloni. La vita relazionale che hai con le ragazze è positiva, purchè non pecchi di narcisismo o di essere un Don Giovanni per eccellenza. Il consiglio che posso darti, viste tutte le difficoltà psicologiche nell'affrontare la realtà, è quello di consultare uno psicologo psicoterapeuta al fine di rimettere un po' di ordine nei tuoi pensieri e riequilibrare lo stato ansioso con queste prevenzioni; l'erezione non tarderà. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 26/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Ecofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di rimanere da soli nella propria casa Una paura comune a molti che spesso si associa ad altre...

News Letters

0
condivisioni